Vai al contenuto

  • Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Close Open
Close Open
* * * * * 1 voti

Recensione Canon EF-S 18-135mm f/3.5-5.6 IS

(Approfondisci)

39 risposte a questa discussione

#1 Guest_Artasylum_*

Guest_Artasylum_*
  • Guests

Inviato 28 ottobre 2009 - 12:00

canon-ef-s-18-135mm-f35-56-is-stm.jpg

Clicca sul simbolo ULTRA HD per una visione ottimale.

 

Ciao a tutti,
faccio una personalissima recensione sull’oramai famoso e tanto criticato (anche dal sottoscritto) Canon ef-s 18-135 is.

Costruzione.
Come oramai da diversi anni la costruzione e l’uso di materiale per lenti di fascia media Canon, come è questo tuttofare, è decisamente accettabile.
Avendo come paragone le lenti in firma (18-55 is, 55-250 is, 17-85 is usm) posso dire che la differenza, a favore del tuttofare, si tocca con mano.
Maneggiandolo, anche con forza, consegna una buona sensazione di robustezza, viste anche le dimensioni, e stabilità.
Il materiale plastico usato è di buona fattura, e al tatto non è affatto malvagio.
Ovviamente non sarà come il materiale della serie “L”, ma piace la sensazioni di solidità che trasmette.
Il peso contenuto è decisamente apprezzabile gradito da chi userà questa lente su macchine xxD.
Da notare l’attacco in metallo e la camma, nota positiva che colgo, non esce dalla sede se si tiene la lente rivolta verso il basso.
Il consiglio, per essere più sicuri e quindi prendersi maggiore cura della lente, è equipaggiarsi del paraluce e del filtro UV.
Ma è un consiglio scontato… in questa sede.

Distorsione.
Come oramai si conosce grazie ad alcuni test, fatti da testate affidabili, ci sono problemi a barilotto e cuscinetto a 18 e a 135.
La lente tra i 18 e i 22 presenta una distorsione accentuata che ne limita un tantino l’utilizzo.
Ad essere sinceri, per quel che mi ricordo, il 18-200 (lente usata circa tre settimane fa su di una 40 D) aveva una distorsione maggiore e più “invalidante”.
Tra le altre cose ricordo che il 18-200, che in effetti è un 18-190, già a 170 inizia una distorsione un tantino eccessiva e come luminosità peccava molto dopo i 150 mm.
Ritornando al 18-135 trovo che tra i 24 e i 120 lavori abbastanza bene e francamente per un tuttofare, non spinto, non ci si può lamentare più di tanto.
Ad essere sincero pensavo peggio.

Vignettatura
Trovo che sia nella media e pertanto senza ne lodi e senza infamia. Il 17-85 is usm, volendo fare un confronto, è un tantino peggiore.

Nitidezza
Riguardo la nitidezza trovo che il 18-135 non sia un drago, ma comunque non è, come afferma the digital pictures, meglio il 18-200.
Credo fermamente che di meglio non ci si potesse aspettare da una lente di fascia media con queste caratteristiche.

Paragone tra tuttofare casa Canon 18-135 vs 18-200.
In base ad una mia personalissima esperienza trovo che il “tuttofare medio” (18-135) sia sicuramente più performante dello “spinto” (18-200).
Ovviamente la differenza non è eccessiva, ma secondo me è tale da far propendere la spesa per la nuova lente di casa Canon.
Poi ogn’uno valuta se, anche a scapito di un pelino in più di qualità, l’aumento della focale può essere il fattore che ti fa contemplare l’acquisto.
Personalmente avere una focale maggiore di 55mm, avendo come contropartita una abbassamento della qualità, non mi convinceva affatto.

Valutazione personale
Il mio acquisto del 18-135 è frutto della necessità di prendere una lente “media” che mi potesse essere utile quando per ragioni di varia natura non è possibile portarsi dietro gli altri obiettivi o fare il cambio in corso d’opera.

Sapevo bene, pur non avendolo mai usato prima, che la qualità non sarebbe stata eccelsa e che non mi potevo aspettare i miracoli, ma il lavoro per cui è stato acquistato viene fatto più che bene.

Ovviamente, sottolineo ovviamente, se devo fare delle foto particolari ad una cerimonia importante oppure dei ritratti o dei “lavori” che meritano una certa attenzione, allora devo rivolgermi alla serie di lenti fisse che ti possono dare quella qualità che nessun tuttofare o nessun altra lente ti concede.

Secondo un mio modestissimo parere con un 24mm, un 50mm e un 100mm si copre tutto, o quasi, il range di cui uno necessità e si fanno delle foto senza quelle problematiche che compaiono solitamente nelle lenti "comuni"… oltre che ci si alleggerisce notevolmente il portafogli!!! :-)

Ciao!

p.p.s. ho trovato questo libro favoloso sulla fotografia:

31GuxUDjpZL._.jpg

http://www.canonclub...uct/8879407015/

 

 

ASPETTA! Abbiamo trovato un prodotto simile che potrebbe interessarti: CLICCA QUI e compara i prezzi

 

Clicca qui e cerca argomenti simili a "Recensione Canon EF-S 18-135mm f/3.5-5.6 IS" sul forum



mc digital

#2 Guest_rgnbod_*

Guest_rgnbod_*
  • Guests

Inviato 31 ottobre 2009 - 15:46

io ho un 28 135 is usm dal punto di vista della qualità pensi sia meglio del 18 135? sto valutandi fare uno scambio cosa mi consigli?


Ottica Universitaria

#3 Guest_Artasylum_*

Guest_Artasylum_*
  • Guests

Inviato 01 novembre 2009 - 09:57

CITAZIONE (rgnbod @ Oct 31 2009, 03:46 PM) <{POST_SNAPBACK}>
io ho un 28 135 is usm dal punto di vista della qualità pensi sia meglio del 18 135? sto valutandi fare uno scambio cosa mi consigli?



Ciao,
francamente non mi é mai capitato di provare, se non per poche ore su di una 40D circa un anno fa, il 28-135.
Pertanto un confronto diretto e personale non potrei farlo. Posso dirti che un mio amico, che possiede la tua stessa lente su 50D, sta acquistando il 18-135 dopo aver provato la lente con la mia macchina.

Mi diceva che ci sono diversi fattori che fanno propendere per l'acquisto del 18-135 e, tra questi, la possibilità di sfruttare un pelino di grandangolo che la nuova lente, che è una ef-s al contrario della 28-135 che é una ef, concede.

Poi mi diceva che la possibilità di avere i 4 stop, la costruzione solida e il prezzo buono (adesso si trova anche a 360 euro) sono fattori importanti che hanno fatto fare la scelta.

Personalmente ti posso dire che non mi posso lamentare del nuovo tuttofare della Canon. Sicuramente é una lente adatta per uno scopo molto amatoriale dove la qualità a tutti i costi non viene cercata.
Se poi la lente deve essere usata per lavori importanti dove la qualità é il fattore principe... allora è meglio rivolgersi a dei fissi.

Al di là di questo ti dico che mi trovo bene e non posso proprio lamentarmi. Tra l'altro sfrutto il 18-135 su di una 50D che notoriamente per le sue caratteristiche mette alla frusta ogni tipo di lente e ne accentua le "peculiarità" negative e confermo che il nuovo tuttofare svolge bene il suo lavoro.

Per completezza di informazioni posto, in calce, due link dove è possibile vedere le valutazioni (test) fatte da testate fotografiche.
Devo però aggiungere che però mi sono trovato un pelino meglio rispetto alla valutazione finale di photozone.de

Spero di esserti stato utile e... buoni scatti!!!!

Ciao

Test 18-135

http://www.photozone...on_18135_3556is
http://www.the-digit...ens-Review.aspx


#4 tugius

tugius

    Newbie

  • Member Plus
  • 69 messaggi
  • Time Online: 20m 56s

Inviato 03 novembre 2009 - 00:58

CITAZIONE (Artasylum @ Oct 28 2009, 12:00 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Ciao a tutti,
faccio una personalissima recensione sull’oramai famoso e tanto criticato (anche dal sottoscritto) Canon ef-s 18-135 is.

Costruzione.
Come oramai da diversi anni la costruzione e l’uso di materiale per lenti di fascia media Canon, come è questo tuttofare, è decisamente accettabile.
Avendo come paragone le lenti in firma (18-55 is, 55-250 is, 17-85 is usm) posso dire che la differenza, a favore del tuttofare, si tocca con mano.
Maneggiandolo, anche con forza, consegna una buona sensazione di robustezza, viste anche le dimensioni, e stabilità.
Il materiale plastico usato è di buona fattura, e al tatto non è affatto malvagio.
Ovviamente non sarà come il materiale della serie “L”, ma piace la sensazioni di solidità che trasmette.
Il peso contenuto è decisamente apprezzabile gradito da chi userà questa lente su macchine xxD.
Da notare l’attacco in metallo e la camma, nota positiva che colgo, non esce dalla sede se si tiene la lente rivolta verso il basso.
Il consiglio, per essere più sicuri e quindi prendersi maggiore cura della lente, è equipaggiarsi del paraluce e del filtro UV.
Ma è un consiglio scontato… in questa sede.

Distorsione.
Come oramai si conosce grazie ad alcuni test, fatti da testate affidabili, ci sono problemi a barilotto e cuscinetto a 18 e a 135.
La lente tra i 18 e i 22 presenta una distorsione accentuata che ne limita un tantino l’utilizzo.
Ad essere sinceri, per quel che mi ricordo, il 18-200 (lente usata circa tre settimane fa su di una 40 D) aveva una distorsione maggiore e più “invalidante”.
Tra le altre cose ricordo che il 18-200, che in effetti è un 18-190, già a 170 inizia una distorsione un tantino eccessiva e come luminosità peccava molto dopo i 150 mm.
Ritornando al 18-135 trovo che tra i 24 e i 120 lavori abbastanza bene e francamente per un tuttofare, non spinto, non ci si può lamentare più di tanto.
Ad essere sincero pensavo peggio.

Vignettatura
Trovo che sia nella media e pertanto senza ne lodi e senza infamia. Il 17-85 is usm, volendo fare un confronto, è un tantino peggiore.

Nitidezza
Riguardo la nitidezza trovo che il 18-135 non sia un drago, ma comunque non è, come afferma the digital pictures, meglio il 18-200.
Credo fermamente che di meglio non ci si potesse aspettare da una lente di fascia media con queste caratteristiche.

Paragone tra tuttofare casa Canon 18-135 vs 18-200.
In base ad una mia personalissima esperienza trovo che il “tuttofare medio” (18-135) sia sicuramente più performante dello “spinto” (18-200).
Ovviamente la differenza non è eccessiva, ma secondo me è tale da far propendere la spesa per la nuova lente di casa Canon.
Poi ogn’uno valuta se, anche a scapito di un pelino in più di qualità, l’aumento della focale può essere il fattore che ti fa contemplare l’acquisto.
Personalmente avere una focale maggiore di 55mm, avendo come contropartita una abbassamento della qualità, non mi convinceva affatto.

Valutazione personale
Il mio acquisto del 18-135 è frutto della necessità di prendere una lente “media” che mi potesse essere utile quando per ragioni di varia natura non è possibile portarsi dietro gli altri obiettivi o fare il cambio in corso d’opera.

Sapevo bene, pur non avendolo mai usato prima, che la qualità non sarebbe stata eccelsa e che non mi potevo aspettare i miracoli, ma il lavoro per cui è stato acquistato viene fatto più che bene.

Ovviamente, sottolineo ovviamente, se devo fare delle foto particolari ad una cerimonia importante oppure dei ritratti o dei “lavori” che meritano una certa attenzione, allora devo rivolgermi alla serie di lenti fisse che ti possono dare quella qualità che nessun tuttofare o nessun altra lente ti concede.

Secondo un mio modestissimo parere con un 24mm, un 50mm e un 100mm si copre tutto, o quasi, il range di cui uno necessità e si fanno delle foto senza quelle problematiche che compaiono solitamente nelle lenti "comuni"… oltre che ci si alleggerisce notevolmente il portafogli!!! :-)

Ciao!


Ciao a
anche io ho il 18-55is e il 17-85is usm
e volevo prendere il 55-250 is
visto che lo hai già me lo consigli?
ps. come ti trovi con il 17-85 ? io è solo 1 settimana che lo ho e ho sentito e letto molti commenti pro o contro! tu che mi puoi dire?
in quali condizioni li usi e come li alterni i tre obbiettivi?
grazie


#5 Guest_Artasylum_*

Guest_Artasylum_*
  • Guests

Inviato 04 novembre 2009 - 14:52

CITAZIONE (tugius @ Nov 3 2009, 12:58 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Ciao a
anche io ho il 18-55is e il 17-85is usm
e volevo prendere il 55-250 is
visto che lo hai già me lo consigli?
ps. come ti trovi con il 17-85 ? io è solo 1 settimana che lo ho e ho sentito e letto molti commenti pro o contro! tu che mi puoi dire?
in quali condizioni li usi e come li alterni i tre obbiettivi?
grazie



Si, sicuramente ti consiglio il Canon 55-250 is da affiancare al 18-55 is e avere quindi un range focale molto esteso.
Che dire… mi trovo decisamente bene in quanto è un’ottica che con un prezzo contenuto ti permette di fare dei lavori simpatici.

La qualità costruttiva della lente non è malvagia e la plastica é migliore dello “stabilotto”.
Purtroppo l’innesto della lente è di plastica... sarebbe stato meglio se fosse stato di metallo.
Ad ogni modo questo particolare non va affatto ad inficiare il complesso costruttivo.

Da notare che la parte frontale della lente di messa a fuoco ruota durante l’operazione e questo crea problemi con l’uso di filtri polarizzatori.
La camma esce abbastanza e, alla vista, sembra che potrebbe avere dei problemi in quanto troppo sporgente, ma sicuramente non è così e la solidità di costruzione si vede.

Lo stabilizzatore è un pochino rumoroso e questo si sente se operi in ambienti dove il rumore è quasi assente. Molti si preoccupano di questa rumorosità, pensano che sia fattore di rottura, ma in effetti è tutto normale.
Da notare che la vignettatura è di una certa consistenza, ma comunque nella norma come è la luminosità.
La distorsione è limitata e questo è un fatto molto positivo.

Utilizzo la lente prevalentemente sulla mia 1000D dove esprime tutte le potenzialità, invece sulla 50D si vedono alcuni limiti.

In definitiva è una lente buona, rapporto qualità prezzo, che si lascia utilizzare senza problemi e con l’is ti “salva” da diverse situazioni di “mosso”.

Ti segnalo alcuni siti che sicuramente fanno delle recensioni più dettagliate:
http://www.the-digit...ens-Review.aspx
http://www.photozone...-report--review

Il 17-85 is usm devo dirti che non è affatto malvagio.
La qualità costruttiva è buona come è ottima la sensazione di presa soprattutto se lo si usa con la 50D.

Trovo che sia una lente molto nitida con un discreto stabilizzatore (non di ultima generazione).
Ovviamente la distorsione a 17mm, che si estende sino a 22, penalizza molto l’uso in questo range e pertanto questo è una situazione poco positiva.
La cosa che non mi piace affatto e che dalla parte anteriore entra della polvere che viene “pompata” nella situazione d’uso delle lente.
Però il problema si può compensare con un filtro.

Il 17-85 era a corredo della 50D e quindi è stato utilizzato esclusivamente su questo corpo macchina in occasioni di eventi indoor.
Non mi sono mai lamentato dell’ottica, ma serviva, per le mie personalissime esigenze, un qualcosa con un range più lungo.
Ed è per questo che è stato scelto il 18-135 che trovo decisamente una lente discreta per i lavori che faccio.

Come detto prima, oltre alle “solite” foto che si possono fare, il mio utilizzo è prevalentemente in ambienti chiusi (manifestazioni di scienza e fantascienza) dove non è proprio il massimo cambiare la lente ogni volta.
Quindi sulla 1000D uso il 18-55 e il 55-250, mentre sulla 50D utilizzerò, perché ancora non mi è accaduto di lavorare, il 18-135.
Per il momento accantono il 17-85 anche se mi dispiace un pochino.

Spero di esserti stato utile.
Bye, bye



#6 bstrommer

bstrommer

    Newbie

  • Inattivo
  • 3 messaggi
  • :

Inviato 20 novembre 2009 - 12:05

CITAZIONE (Artasylum @ Nov 4 2009, 02:52 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Si, sicuramente ti consiglio il Canon 55-250 is da affiancare al 18-55 is e avere quindi un range focale molto esteso.
Che dire… mi trovo decisamente bene in quanto è un’ottica che con un prezzo contenuto ti permette di fare dei lavori simpatici.

La qualità costruttiva della lente non è malvagia e la plastica é migliore dello “stabilotto”.
Purtroppo l’innesto della lente è di plastica... sarebbe stato meglio se fosse stato di metallo.
Ad ogni modo questo particolare non va affatto ad inficiare il complesso costruttivo.

Da notare che la parte frontale della lente di messa a fuoco ruota durante l’operazione e questo crea problemi con l’uso di filtri polarizzatori.
La camma esce abbastanza e, alla vista, sembra che potrebbe avere dei problemi in quanto troppo sporgente, ma sicuramente non è così e la solidità di costruzione si vede.

Lo stabilizzatore è un pochino rumoroso e questo si sente se operi in ambienti dove il rumore è quasi assente. Molti si preoccupano di questa rumorosità, pensano che sia fattore di rottura, ma in effetti è tutto normale.
Da notare che la vignettatura è di una certa consistenza, ma comunque nella norma come è la luminosità.
La distorsione è limitata e questo è un fatto molto positivo.

Utilizzo la lente prevalentemente sulla mia 1000D dove esprime tutte le potenzialità, invece sulla 50D si vedono alcuni limiti.

In definitiva è una lente buona, rapporto qualità prezzo, che si lascia utilizzare senza problemi e con l’is ti “salva” da diverse situazioni di “mosso”.

Ti segnalo alcuni siti che sicuramente fanno delle recensioni più dettagliate:
http://www.the-digit...ens-Review.aspx
http://www.photozone...-report--review

Il 17-85 is usm devo dirti che non è affatto malvagio.
La qualità costruttiva è buona come è ottima la sensazione di presa soprattutto se lo si usa con la 50D.

Trovo che sia una lente molto nitida con un discreto stabilizzatore (non di ultima generazione).
Ovviamente la distorsione a 17mm, che si estende sino a 22, penalizza molto l’uso in questo range e pertanto questo è una situazione poco positiva.
La cosa che non mi piace affatto e che dalla parte anteriore entra della polvere che viene “pompata” nella situazione d’uso delle lente.
Però il problema si può compensare con un filtro.

Il 17-85 era a corredo della 50D e quindi è stato utilizzato esclusivamente su questo corpo macchina in occasioni di eventi indoor.
Non mi sono mai lamentato dell’ottica, ma serviva, per le mie personalissime esigenze, un qualcosa con un range più lungo.
Ed è per questo che è stato scelto il 18-135 che trovo decisamente una lente discreta per i lavori che faccio.

Come detto prima, oltre alle “solite” foto che si possono fare, il mio utilizzo è prevalentemente in ambienti chiusi (manifestazioni di scienza e fantascienza) dove non è proprio il massimo cambiare la lente ogni volta.
Quindi sulla 1000D uso il 18-55 e il 55-250, mentre sulla 50D utilizzerò, perché ancora non mi è accaduto di lavorare, il 18-135.
Per il momento accantono il 17-85 anche se mi dispiace un pochino.

Spero di esserti stato utile.
Bye, bye


Ciao...
volevo farti un'ultima domanda...gentilmente..
Io attualmente ho un 17-85...e vorrei cambiarlo per il 18-135...perchè voglio un unico obbiettivo "tuttofare"...ma non voglio pregiudicare eccessivamente la qualità...
Sai stabilire se nel range 18 - 85 mm...se i due obbiettivi sono equivalenti??...perchè se così è...
Allora propendo sicuramente per l'acquisto del 18- 135....Infine un'ultimissima domanda..il 18-135 nonn è USM...risulta + lenta sensibilmente la messa a fuoco rispetto al 17-85 IS USM??

Grazie infinite per la tua disponibilità...e per quanto hai già detto sopra...mi hai già chiarito notevolmente le idee!! smile.gif

Messaggio modificato da bstrommer, 20 novembre 2009 - 12:05


#7 Leonardo Soldati

Leonardo Soldati

    The Major

  • Canon Power User
  • 23386 messaggi
  • Time Online: 8m 10s

Inviato 27 gennaio 2010 - 11:57

sposto questa ottima recensione nella seione obiettivi EF-S

#8 Guest_setti7_*

Guest_setti7_*
  • Guests

Inviato 10 marzo 2010 - 15:18

CITAZIONE (Artasylum @ Oct 28 2009, 12:00 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Valutazione personale
Il mio acquisto del 18-135 è frutto della necessità di prendere una lente “media” che mi potesse essere utile quando per ragioni di varia natura non è possibile portarsi dietro gli altri obiettivi o fare il cambio in corso d’opera.

Sapevo bene, pur non avendolo mai usato prima, che la qualità non sarebbe stata eccelsa e che non mi potevo aspettare i miracoli, ma il lavoro per cui è stato acquistato viene fatto più che bene.

Ovviamente, sottolineo ovviamente, se devo fare delle foto particolari ad una cerimonia importante oppure dei ritratti o dei “lavori” che meritano una certa attenzione, allora devo rivolgermi alla serie di lenti fisse che ti possono dare quella qualità che nessun tuttofare o nessun altra lente ti concede.

Secondo un mio modestissimo parere con un 24mm, un 50mm e un 100mm si copre tutto, o quasi, il range di cui uno necessità e si fanno delle foto senza quelle problematiche che compaiono solitamente nelle lenti "comuni"… oltre che ci si alleggerisce notevolmente il portafogli!!! :-)

Ciao!


Condivido in pieno

#9 Guest_Nikomo_*

Guest_Nikomo_*
  • Guests

Inviato 21 aprile 2010 - 07:10

Ma è ancora attiva questa discussione sul 18-135 oppure si deve cercare altrove ?

#10 Guest_Nikomo_*

Guest_Nikomo_*
  • Guests

Inviato 21 aprile 2010 - 07:11

Scusate...

#11 Geis

Geis

    Newbie

  • Inattivo
  • 215 messaggi
  • :

Inviato 09 maggio 2010 - 17:14

CITAZIONE (Artasylum @ Oct 28 2009, 01:00 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Ciao a tutti,
faccio una personalissima recensione sull’oramai famoso e tanto criticato (anche dal sottoscritto) Canon ef-s 18-135 is.

Costruzione.
Come oramai da diversi anni la costruzione e l’uso di materiale per lenti di fascia media Canon, come è questo tuttofare, è decisamente accettabile.
Avendo come paragone le lenti in firma (18-55 is, 55-250 is, 17-85 is usm) posso dire che la differenza, a favore del tuttofare, si tocca con mano.
Maneggiandolo, anche con forza, consegna una buona sensazione di robustezza, viste anche le dimensioni, e stabilità.
Il materiale plastico usato è di buona fattura, e al tatto non è affatto malvagio.
Ovviamente non sarà come il materiale della serie “L”, ma piace la sensazioni di solidità che trasmette.
Il peso contenuto è decisamente apprezzabile gradito da chi userà questa lente su macchine xxD.
Da notare l’attacco in metallo e la camma, nota positiva che colgo, non esce dalla sede se si tiene la lente rivolta verso il basso.
Il consiglio, per essere più sicuri e quindi prendersi maggiore cura della lente, è equipaggiarsi del paraluce e del filtro UV.
Ma è un consiglio scontato… in questa sede.

Distorsione.
Come oramai si conosce grazie ad alcuni test, fatti da testate affidabili, ci sono problemi a barilotto e cuscinetto a 18 e a 135.
La lente tra i 18 e i 22 presenta una distorsione accentuata che ne limita un tantino l’utilizzo.
Ad essere sinceri, per quel che mi ricordo, il 18-200 (lente usata circa tre settimane fa su di una 40 D) aveva una distorsione maggiore e più “invalidante”.
Tra le altre cose ricordo che il 18-200, che in effetti è un 18-190, già a 170 inizia una distorsione un tantino eccessiva e come luminosità peccava molto dopo i 150 mm.
Ritornando al 18-135 trovo che tra i 24 e i 120 lavori abbastanza bene e francamente per un tuttofare, non spinto, non ci si può lamentare più di tanto.
Ad essere sincero pensavo peggio.

Vignettatura
Trovo che sia nella media e pertanto senza ne lodi e senza infamia. Il 17-85 is usm, volendo fare un confronto, è un tantino peggiore.

Nitidezza
Riguardo la nitidezza trovo che il 18-135 non sia un drago, ma comunque non è, come afferma the digital pictures, meglio il 18-200.
Credo fermamente che di meglio non ci si potesse aspettare da una lente di fascia media con queste caratteristiche.

Paragone tra tuttofare casa Canon 18-135 vs 18-200.
In base ad una mia personalissima esperienza trovo che il “tuttofare medio” (18-135) sia sicuramente più performante dello “spinto” (18-200).
Ovviamente la differenza non è eccessiva, ma secondo me è tale da far propendere la spesa per la nuova lente di casa Canon.
Poi ogn’uno valuta se, anche a scapito di un pelino in più di qualità, l’aumento della focale può essere il fattore che ti fa contemplare l’acquisto.
Personalmente avere una focale maggiore di 55mm, avendo come contropartita una abbassamento della qualità, non mi convinceva affatto.

Valutazione personale
Il mio acquisto del 18-135 è frutto della necessità di prendere una lente “media” che mi potesse essere utile quando per ragioni di varia natura non è possibile portarsi dietro gli altri obiettivi o fare il cambio in corso d’opera.

Sapevo bene, pur non avendolo mai usato prima, che la qualità non sarebbe stata eccelsa e che non mi potevo aspettare i miracoli, ma il lavoro per cui è stato acquistato viene fatto più che bene.

Ovviamente, sottolineo ovviamente, se devo fare delle foto particolari ad una cerimonia importante oppure dei ritratti o dei “lavori” che meritano una certa attenzione, allora devo rivolgermi alla serie di lenti fisse che ti possono dare quella qualità che nessun tuttofare o nessun altra lente ti concede.

Secondo un mio modestissimo parere con un 24mm, un 50mm e un 100mm si copre tutto, o quasi, il range di cui uno necessità e si fanno delle foto senza quelle problematiche che compaiono solitamente nelle lenti "comuni"… oltre che ci si alleggerisce notevolmente il portafogli!!! :-)

Ciao!


Ciao molto interessante quello scrivi, ho di recente acquistato anche io quest'obiettivo dopo che in precedenza ho letto questa discussione e vorrei un tuo parere in merito a questo nuovo topic che ho inserito nel settore obiettivi perchè secondo me ha qualche problemino questa ottica...

Grazie

http://www.canonclub...-6-t254170.html

ciao Giuseppe

#12 Geis

Geis

    Newbie

  • Inattivo
  • 215 messaggi
  • :

Inviato 09 maggio 2010 - 17:19

Ciao molto interessante quello scrivi, ho di recente acquistato anche io quest'obiettivo dopo che in precedenza ho letto questa discussione e vorrei un tuo parere in merito a questo nuovo topic che ho inserito nel settore obiettivi perchè secondo me ha qualche problemino questa ottica...

Grazie

http://www.canonclub...-6-t254170.html

ciao Giuseppe

#13 CarloPi

CarloPi

    Newbie

  • Inattivo
  • 1 messaggi
  • :

Inviato 07 giugno 2010 - 12:01

stavo leggendo e dopo aver guardato i test di nitidezza del 18-135 (che a tutte le focali superano quasi sempre la soglia "2280") mi sono andato poi a guardare, per capire per lineee molto grosse la differenza, la recensione del 24-105 L...

ho "scoperto" che, a tutte le focali, si attesta sempre tra 1850 e 2150 sempre, cioè, molto al di sotto del suo cugino povero..

non lo trovate un tantino paradossale!? qualcuno, direi che è ovvio, mente!!!

#14 Mucchina

Mucchina

    Newbie

  • CCI PREMIUM MEMBER
  • 198 messaggi
  • Time Online: 8m 22s

Inviato 18 giugno 2010 - 10:50

CITAZIONE (Artasylum @ Oct 28 2009, 12:00 PM) <{POST_SNAPBACK}>
Ciao a tutti,
faccio una personalissima recensione sull’oramai famoso e tanto criticato (anche dal sottoscritto) Canon ef-s 18-135 is.

Costruzione.
Come oramai da diversi anni la costruzione e l’uso di materiale per lenti di fascia media Canon, come è questo tuttofare, è decisamente accettabile.
Avendo come paragone le lenti in firma (18-55 is, 55-250 is, 17-85 is usm) posso dire che la differenza, a favore del tuttofare, si tocca con mano.
Maneggiandolo, anche con forza, consegna una buona sensazione di robustezza, viste anche le dimensioni, e stabilità.
Il materiale plastico usato è di buona fattura, e al tatto non è affatto malvagio.
Ovviamente non sarà come il materiale della serie “L”, ma piace la sensazioni di solidità che trasmette.
Il peso contenuto è decisamente apprezzabile gradito da chi userà questa lente su macchine xxD.
Da notare l’attacco in metallo e la camma, nota positiva che colgo, non esce dalla sede se si tiene la lente rivolta verso il basso.
Il consiglio, per essere più sicuri e quindi prendersi maggiore cura della lente, è equipaggiarsi del paraluce e del filtro UV.
Ma è un consiglio scontato… in questa sede.

Distorsione.
Come oramai si conosce grazie ad alcuni test, fatti da testate affidabili, ci sono problemi a barilotto e cuscinetto a 18 e a 135.
La lente tra i 18 e i 22 presenta una distorsione accentuata che ne limita un tantino l’utilizzo.
Ad essere sinceri, per quel che mi ricordo, il 18-200 (lente usata circa tre settimane fa su di una 40 D) aveva una distorsione maggiore e più “invalidante”.
Tra le altre cose ricordo che il 18-200, che in effetti è un 18-190, già a 170 inizia una distorsione un tantino eccessiva e come luminosità peccava molto dopo i 150 mm.
Ritornando al 18-135 trovo che tra i 24 e i 120 lavori abbastanza bene e francamente per un tuttofare, non spinto, non ci si può lamentare più di tanto.
Ad essere sincero pensavo peggio.

Vignettatura
Trovo che sia nella media e pertanto senza ne lodi e senza infamia. Il 17-85 is usm, volendo fare un confronto, è un tantino peggiore.

Nitidezza
Riguardo la nitidezza trovo che il 18-135 non sia un drago, ma comunque non è, come afferma the digital pictures, meglio il 18-200.
Credo fermamente che di meglio non ci si potesse aspettare da una lente di fascia media con queste caratteristiche.

Paragone tra tuttofare casa Canon 18-135 vs 18-200.
In base ad una mia personalissima esperienza trovo che il “tuttofare medio” (18-135) sia sicuramente più performante dello “spinto” (18-200).
Ovviamente la differenza non è eccessiva, ma secondo me è tale da far propendere la spesa per la nuova lente di casa Canon.
Poi ogn’uno valuta se, anche a scapito di un pelino in più di qualità, l’aumento della focale può essere il fattore che ti fa contemplare l’acquisto.
Personalmente avere una focale maggiore di 55mm, avendo come contropartita una abbassamento della qualità, non mi convinceva affatto.

Valutazione personale
Il mio acquisto del 18-135 è frutto della necessità di prendere una lente “media” che mi potesse essere utile quando per ragioni di varia natura non è possibile portarsi dietro gli altri obiettivi o fare il cambio in corso d’opera.

Sapevo bene, pur non avendolo mai usato prima, che la qualità non sarebbe stata eccelsa e che non mi potevo aspettare i miracoli, ma il lavoro per cui è stato acquistato viene fatto più che bene.

Ovviamente, sottolineo ovviamente, se devo fare delle foto particolari ad una cerimonia importante oppure dei ritratti o dei “lavori” che meritano una certa attenzione, allora devo rivolgermi alla serie di lenti fisse che ti possono dare quella qualità che nessun tuttofare o nessun altra lente ti concede.

Secondo un mio modestissimo parere con un 24mm, un 50mm e un 100mm si copre tutto, o quasi, il range di cui uno necessità e si fanno delle foto senza quelle problematiche che compaiono solitamente nelle lenti "comuni"… oltre che ci si alleggerisce notevolmente il portafogli!!! :-)

Ciao!


Grazie alla tua recensione mi sono convinta a prendere l'obiettivo di cui parli!!
Sono una neofita e non sono molto esperta, ma con il 18-55 mi sentivo troppo stretta, penso che con questo le cose andranno meglio e soprattutto sono contenta che posso sfruttarlo in diverse situazioni...in attesa di acquistare lo zoom 70-300 che mi servirà per altre cose!!! La nuova ottica arriverà a giorni e non vedo l'ora di provarla!!

Grazie ancora!




NON ANDARE VIA... Abbiamo trovato altri Contenuti simili a questo, guarda sotto: Collapse

0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi



Questo messaggio è stato visualizzato da un totale di 235 utente(i)

Mr.IO, Martinieffect, IlPablo, Felice Nappi, *Francesco*, Saimon Pettiti, Ines Mastropietro, Ghost18, andre182, Encio, , ermicio88, Paolo Mairone, Alberto Fumagalli, siperusi, Pier Paolo Pinna Pascalis, Marco Piccoli, Frank Frasca, Pablo., Silvia Stella, Frank Frasca, G Starsky, Lore Lotti, LukeLaForza, Marco Di Paola, essegi, enricopozzi, gianlucat73, dado182, Lorenzo Cremonini (Olmo85), Roberta Decolle, Raffaele Buonocore, Rossano Barani, Angelo Bertolini, Alessandro Proietti Checchi, fTullio D'Angelo, Massimo Dittamo, Ricccardo, , gatto99, Michele Ungaro, Maxp, Francomamo, Invisil, michelef53, gigi51, , gekyphotos, Markus64, fotografognitanto, Amato Maiurano, delioniccolai, lumi66, Carmine Iannaccone, Giuseppe Trezza, , , Gerardo Calvanese, joerg, Luca Paganini, centamiv, ranina, gianbel, Corrado Abate, Cristian Gottardo, maurizio falco, Maurizio Mazzocchi, Toni84, fabiosca60, Eldin Silajdzija, James Spensley, franckk, Virgilio170, Jacopo Scarpa, Ferruccio Secchi, Vincenzo23, pibar, Umberto Rosati, Williams Antonio Lamattina, Andrea Muscatello, Samuel conti, Alessandro Gimona, Gopie, Marco Calderone, Addotta Domenico, Giovanni Intravaia, hocram, Luigi Berardi, alfredgvds, camillo verri_152631, Pietro Adran Michelangeli, cali69, airtec60, moltisem, ombra0175, Laura Chiocciora, Barbara Fratini, riccio77, bibi16v, alfredo4030, francesco_ita, Livmion, Paolo1973, Agenzia Schiavon, forna63, Giuseppe Giordano, Andrea Siliqua, Angelo Lombardini, GloriaBalzarotti, Andrea Nardo, Emanuele De Pasquale, Piero Gentile, Simoefede, martin, Norax, Giuseppe Perino, Comunità Castrofilippo, manu76, Alberto O, pinacc, Enrico Bertuzzi, capannone, Peppe Murolo, acqua91, Bianca Gambarasi Mayorga, Alfonso Di Francesco, Christian Novello, Diego Piacente, criscanon, claudioc67, sbrifra, foto61, Giorgio Luciano Barosi, Bruno Macolino, Marco Martinelli, click52, Gabrisax, jumbojal, happytobeme82, Andrea Ongarato, Lorisfriulano, Carlo Coco, saltovar, Claudio Fedi, Pellegrino Campione, Giampaolo Monaco, Ricki, riccardo1946, Giovanni Ventola, yaris, Marco Bottaro, ramino, advbear, Lodovico, Barbara Tramontan, dario solle, Olimpia Cappellazzo, Daniela Mangione, Vittorio Artale, rush, Enzo 450d, Akille, aerodeck, Mattia Bertolini, steffd2312, aleorl, silvia Giambrone, GIU76RM, Francesco Landini, Antonio Torretti, Jonny Groove, Sergio D'Ascia, maxim53, david.chicco, Gianba, Elena M. Zoja, ANDY TRIESTE, tremendalulu, enrico55, Daniele Di Costanzo, Mpv, nemo53, Alessandro Ceccucci, Tode83, Salvatore Fulco, Corrado64, Paola Olivanti, maurizio11, simone oliveto, Niky Bartalini, Riccardo Genualdi, Ricky88, ronis, Wanted Man, brunazzo, Giuseppe Armato, Klartan, dario bernasconi, Andrea Morandi, Pbora, Matteo La Salandra, sardoncino, freedive, Enrico Camana, Fabio Campagna, Andrea Pizzolo, marco giordano, Cristiano Zappacosta, Demyansahzg, Sergio Francesconi, expboy, Michele Bosco, Marco Terranova_143163, Enrico Maria Conti, Maurizio Bolzonello, gigibz, paolo cenci, pumpkins, alpe77, Claudio Biancucci, Morre Zumba, Stefano Pasquali, Ale Carmenati, photoweb, DoN TeO, Antonio I, Bosco Michele, Lozio Idem, Niklo13, arditiroma, nicola.caliandro, Tittux, olme, Mantesso Tiziano, Ory26
 

Il Canon Club Italia è parte integrante dell'Associazione Nazionale Domiad Photo Network, Associazione di tipo NO-PROFIT, Cod.Fisc. 97034510780, scarica qui il nostro Statuto (clicca).