Non ho saputo resistere….

Ciao a tutti!

 

Nel mio breve soggiorno veneziato, avevo in programma di visitare il Ghetto Ebraico (una città nella città, con le sue 5 Sinagoghe, un ricco museo ed i caratteristici ristoranti con la loro cucina ebraico-veneziana) ma il tempo tiranno non me lo ha permesso.

L’ultima sera, mentre ero sul vaporetto che mi portava verso casa, stavo appunto pensando a questo quando davanti a me si é materializzata questa stupenda figura che si avvicinava moltissimo ai canoni somatici che sono abituato a riconoscere in quanti appartengono a questa etnia, siano essi miei amici o non.

 

Non ho resistito….   Con la fotocamera ad altezza addome, cosa che non avevo mai fatto prima, ho scattato una prima foto e, non contento, anche una seconda; volevo assolutamente immortalare quel volto che tanto mi aveva colpito.

 

La sensazione che mi deriva dall’aver rubato questi scatti mi lascia ancora un pò d’amaro in bocca (non é mia abitudine comportarmi in questo modo) ma non ho resistito al desiderio di immortalare quella figura così fragile e, nel contempo, così piena di energia.

Avrei potuto e dovuto tenere le foto per me ma le fattezze, il gesto e tutta lo “spirito” che traspare da quel pur fragile corpo, mi spingono a condividere questi scatti con voi.

 

 

QM5A0237b.jpg

 

 

 

QM5A0235 copia.jpg

 

 

In verità, questo é il primo scatto e si tratta di un crop di un’immagine più ampia; poiché dopo averlo letto, di nascosto, non ero soddisfatto del risultato ottenuto ho portato lo zoom a 70 mm ed ho tentato un secondo scatto (che fortunatamente é riuscito ben centrato (in questo, il crop é realmente minimo)).

 

RISPONDI DIRETTAMENTE SUL NOSTRO FORUM – CLICCA QUI

Seguici anche attraverso la nostra app gratuita per dispositivi mobili CLICCA QUI


Commenti
Guarda anche...
Sonja Percan, capitano dell'Acqua & Sapone Roma Volley Group  …