Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Close Open
Close Open
Foto
* * * * * 1 voti

recensione CANON 17-55 F2.8 USM IS

(Approfondisci)

14 risposte a questa discussione

#1 agtpunk

agtpunk

    Gold Member

  • Inattivo
  • 317 messaggi
  • :

Inviato 21 settembre 2010 - 04:12

canon_efs_17-55_f2-8.jpg

 

Osannato dai più come l'ottica per eccellenza nel formato aps-c il 17-55 IS si è guadagnato sin dal suo annuncio i favori di amatori e professionisti.
Compatto, luminoso e stabilizzato il 17-55 ha tutte le carte in regola per diventare l'ottica zoom standard da "incollare" al proprio corpo digitale per ricoprire la maggior parte delle nostre esigenze fotografiche.


CARATTERISTICHE TECNICHE

  • attacco EF-S
  • Apertura f/2.8 su tutta la gamma zoom
  • Stabilizzatore d’immagine a 3 stop
  • Messa a fuoco automatica rapida e silenziosa
  • Rivestimenti Super Spectra
  • Apertura circolare del diaframma a 7 lamelle
  • Trasmissione dei dati sulla distanza alla fotocamera per l’impostazione ottimale del sistema flash E-TTL II
  • Paraluce (non incluso)


COSTRUZIONE

Il 17-55 IS pur andandosi a collorare in una fascia di prezzo e di utilizzo che strizza l'occhio al professionale non vanta il medesimo trattamento costruttivo dei serie L: Il corpo non è in plastica semplice come molti pensano ma di una lega di policarbonato, non è dunque paragonabile alla qualità tradizionale delle ottiche professionali Canon ma restituisce un feeling buono e un senso di solidità discreto che non fa rimpiangere più di tanto il magnesio usato per i serie L.
Putroppo invece a differenza dei suoi parenti (L)ussuosi non vanta nessun trattamento per la tropicalizzazione e non viene dotato aimè neanche di paraluce e borsa semirigifa, cosa che lascia abbastanza perplessi dato il prezzo di 900 euro circa per portarsi questa lente a casa.
Se l'involucro dell'obbiettivo e di discutibile qualità altrettanto non si puo' dire per il suo interno: il 17-55 puo' vantare 3 lenti asferiche, l'ottimo sistema IS di casa Canon e una apertura costante di F2.8 per tutta l'escursione focale.


MESSA A FUOCO
L'obbietivo dispone di un motore USM che permette una messa a fuoco molto rapida e silenziosa e vanta inoltre la funzione "full time manual focus" che permette l'immediata correzione della maf anche con AF inserito.
Nella messa a fuoco manuale invece ho non poco da ridire sulla discutibile ghiera risultante a mio avviso veramente piccola e scomoda. Quest'ultima ricalca il look delle ottiche economiche stile 18-55mm ed è veramente poco usabile per chi a mani mediamente grandi.
La distanza di messa a fuoco molto ridotta (solo 35mm) risulta veramente buona se paragonata a quella di zoom di fascia professionale tipo il 24-70L e il 24-105L che vantano una maf minima rispettivamente di 38 e 42mm.

NITIDEZZA E BOKEH
Sono i campi dove quest'ottica eccelle senza ombra di dubbio. La nitidezza è ottimale al centro per tutta la lunghezza focale già a F2.8 mentre per raggiungere l'eccellenza anche ai bordi si deve chiudere a F5.6 dove l'ottica raggiunge picchi di assoluta eccellenza per tutta l'escursione focale disponibile.
Grazie al diaframma a 7 lamelle il 17-55Is ci restituisce sfocati nitidi e gradevoli già alla massima apertura, raggiungento comunque l'ottimale a F4 dove il fuori
fuoco e assolutamente omogeneo e a parità di diaframmi spesso superiore alle ottiche fisse in mio possesso (50mm F1.8 canon, 85mm F1.8 canon).


ABERRAZIONI CROMATICHE, DISTORSIONE E VIGNETTATURA

Le aberrazioni cromatiche sono minime o assenti per quasi tutto il range focale. Si nota ad essere pignoli una leggera dominante azzurrina a focali intermendie, controccorrente con gli zoom canon che ho avuto modo di provare che generalmente, se presenti, restituiscono dominanti calde.
Le distorsioni a barilotto sono ben visibili alla focale minima ma comunque inferiori alla mia ottica zoom standard ( 24-105L),
il 24-105 montato su aps-c alla minima focale di 24mm (corrispondente a 38mm in digitale) distorge decisamente di più del 17-55mm che impostato sugli stessi si ritrova già privo di distorsioni percettibili. Stessa cosa si puo' dire pure se paragonato al 17-40L (altra ottica zoom in mio possesso) che, sempre settando parametri equivalenti si ritrova a distorgere molto di più del 17-55mm .
La vignettatura a TA e molto moderata dai 17mm ai 20mm ed assente dai 25mm in su. Da F4 in su invece risulta inesistente o poco percettibile anche alle focale minime.
Per quanto riguarda Il flare il 17-55IS ne è quasi immune presentandone solo in rari ed estremi casi, dove comunque non risulta mai eccessivo.

CONCLUSIONI
Il Canon 17-55mm F/2.8 USM IS è con molta probabilità la miglior ottica EF-S mai realizzata. Eccelle praticamente in ogni campo e riesce a giocarsela più che dignitosamente (in alcuni casi superando) con gli zoom di fascia professionale come il 24-105L e il 17-40L
Ho grossi dubbi invece sulla qualità costruttiva di quest'ottica che, almeno all'apparenza, non risulta competitiva con gli zoom sopracitati. La mancanza di una qualsivoglia tropicalizzazione o trattamento costruttivo particolare fa presupporre che non sia consigliabile portarla con noi in siutazioni di forte escursione termica o di condizioni climatiche estreme dove invece non esiterei a portare un serie L.
Il 17-55mm è un obbiettivo in ogni caso consigliabile ai fruitori di corpi macchine APS-C che non intendono rinunciare a qualità professionali scartando le ottiche serie L nelle quali dovrebbero necessariamente rinunciare al grandangolo dato il fattore di crop.



PRO

  • luminoso
  • stabilizzato
  • nitidezza e sfocato al top

CONTRO

  • qualità costruttiva dubbia
  • ghiera della maf mal disposta
  • leggera distorsione e vignettatura alle minime focali

Messaggio modificato da Addotta Domenico, 18 agosto 2015 - 09:29


mc digital

#2 agtpunk

agtpunk

    Gold Member

  • Inattivo
  • 317 messaggi
  • :

Inviato 21 settembre 2010 - 12:09

ops volevo dire Cm non mm

#3 Guest_lenseye_*

Guest_lenseye_*
  • Guests

Inviato 03 ottobre 2010 - 23:00

secondo te come va nel controluce? il paraluce è in dotazione?

#4 agtpunk

agtpunk

    Gold Member

  • Inattivo
  • 317 messaggi
  • :

Inviato 03 ottobre 2010 - 23:23

La resistenza al Flare è buona molto meglio di quella del 24-105L. Il paraluce, come in ogni obbiettivo serie L, è in dotazione nella scatola insieme ad una bosra semi rigida

#5 Guest_lenseye_*

Guest_lenseye_*
  • Guests

Inviato 03 ottobre 2010 - 23:34

CITAZIONE (agtpunk @ Oct 4 2010, 12:23 AM) <{POST_SNAPBACK}>
La resistenza al Flare è buona molto meglio di quella del 24-105L. Il paraluce, come in ogni obbiettivo serie L, è in dotazione nella scatola insieme ad una bosra semi rigida


gazie per la bella recensione..anche guardando le tante foto in giro..non mai visto una qualità simile, lo prendo appena posso


#6 agtpunk

agtpunk

    Gold Member

  • Inattivo
  • 317 messaggi
  • :

Inviato 04 ottobre 2010 - 13:37

scusa, volevo dire che il paraluce e la sacca imbottita sono inclusi SOLO nei serie L

#7 theo rasmighty

theo rasmighty

    Newbie

  • Inattivo
  • 37 messaggi
  • :

Inviato 29 ottobre 2010 - 09:30

Ottima recensione! smile.gif


CITAZIONE (agtpunk @ Oct 4 2010, 02:37 PM) <{POST_SNAPBACK}>
La mancanza di una qualsivoglia tropicalizzazione o trattamento costruttivo particolare fa presupporre che non sia consigliabile portarla con noi in siutazioni di forte escursione termica o di condizioni climatiche estreme dove invece non esiterei a portare un serie L.



Riguardo alla costruzione.... se dovessi usare un 17-55mm IS USM per fare foto di snowboard, quindi a temperature sotto lo zero, dici che si danneggia oppure non lavora come dovrebbe??

#8 agtpunk

agtpunk

    Gold Member

  • Inattivo
  • 317 messaggi
  • :

Inviato 29 ottobre 2010 - 09:52

CITAZIONE (theo rasmighty @ Oct 29 2010, 10:30 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Ottima recensione! smile.gif





Riguardo alla costruzione.... se dovessi usare un 17-55mm IS USM per fare foto di snowboard, quindi a temperature sotto lo zero, dici che si danneggia oppure non lavora come dovrebbe??


sotto una nevicata diretta sinceramente io non ce lo porterei

ma sotto zero non credo sia un problema

#9 Guest_andreadimarino_*

Guest_andreadimarino_*
  • Guests

Inviato 02 novembre 2010 - 01:23

Se lo confrontassi con il 17-50 f/2.8 Tamron e con il 17-40 f/4 Canon, cosa consiglieresti?
Il Tamron costa la metà e il Canon un 30% in meno... valgono quello che costano? O dipende dal tipo di foto?
Personalmente il 17-40 lo trovo un pò corto e poco luminoso... ma è L. Vale cmq la pena? O meglio un 2.8?
Tieni presente che la mia esigenza è nitidezza, bokeh e luminosità (per foto anche di notte e in interni, come chiese, casa o studio).
Ciao e grazie

#10 agtpunk

agtpunk

    Gold Member

  • Inattivo
  • 317 messaggi
  • :

Inviato 02 novembre 2010 - 04:31

Il 17-40 ha una costruzione anni luce avanti e puo' competere in nitidezza con il 17-55 ma non è stabilizzato e non dispone della grande apertura di diaframme di quest'ultimo. Il 17-50 tamron non ho mai avuto l'occasione di provarlo, ho provato invece il modello sigma che come rapporto qualità prezzo mi ha piuttosto convinto anche se inferiore ai primi due.

Se la tua necessità è uno zoom standard di elevata luminosità per aps-c e prestazioni alte l'unica possibilità è il 17-55IS.

Poi ci si puo' rivolgere ovviamene agli altri zoom standard di alta fascia in primis il 24-70L ma il sacrificio economico incomincia diventare consistente.

Rimanendo su prezzi relativamente bassi l'ottica zoom luminosa che mi ha più convinto è stata il 24-70EX Sigma... magari ci puoi buttare un occhio se la perdia del grandangolo non è un problema

Messaggio modificato da agtpunk, 02 novembre 2010 - 04:31


#11 ciccio84

ciccio84

    Newbie

  • Inattivo
  • 35 messaggi
  • :

Inviato 02 aprile 2011 - 07:23

Io ho il canon 17-55 f2.8 emi trovo benissimo, messa a fuoco precisa anche a scarsa luminosità una qualità d'immagine stupenda e una resa cromatica bellissima,non è un serie L ma è molto vicino! imho

#12 Marvis72

Marvis72

    Newbie

  • Emilia-Romagna
  • 49 messaggi
  • Time Online: 1m 57s

Inviato 03 dicembre 2011 - 18:02

CITAZIONE (agtpunk @ Sep 21 2010, 04:12 AM) <{POST_SNAPBACK}>
Osannato dai più come l'ottica per eccellenza nel formato aps-c il 17-55 IS si è guadagnato sin dal suo annuncio i favori di amatori e professionisti.
Compatto, luminoso e stabilizzato il 17-55 ha tutte le carte in regola per diventare l'ottica zoom standard da "incollare" al proprio corpo digitale per ricoprire la maggior parte delle nostre esigenze fotografiche.


CARATTERISTICHE TECNICHE

per attacco EF-S
per Apertura f/2.8 su tutta la gamma zoom
per Stabilizzatore d’immagine a 3 stop
per Messa a fuoco automatica rapida e silenziosa
per Rivestimenti Super Spectra
per Apertura circolare del diaframma a 7 lamelle
per Trasmissione dei dati sulla distanza alla fotocamera per l’impostazione ottimale del sistema flash E-TTL II
per Paraluce (non incluso)


COSTRUZIONE

Il 17-55 IS pur andandosi a collorare in una fascia di prezzo e di utilizzo che strizza l'occhio al professionale non vanta il medesimo trattamento costruttivo dei serie L: Il corpo non è in plastica semplice come molti pensano ma di una lega di policarbonato, non è dunque paragonabile alla qualità tradizionale delle ottiche professionali Canon ma restituisce un feeling buono e un senso di solidità discreto che non fa rimpiangere più di tanto il magnesio usato per i serie L.
Putroppo invece a differenza dei suoi parenti (L)ussuosi non vanta nessun trattamento per la tropicalizzazione e non viene dotato aimè neanche di paraluce e borsa semirigifa, cosa che lascia abbastanza perplessi dato il prezzo di 900 euro circa per portarsi questa lente a casa.
Se l'involucro dell'obbiettivo e di discutibile qualità altrettanto non si puo' dire per il suo interno: il 17-55 puo' vantare 3 lenti asferiche, l'ottimo sistema IS di casa Canon e una apertura costante di F2.8 per tutta l'escursione focale.


MESSA A FUOCO
L'obbietivo dispone di un motore USM che permette una messa a fuoco molto rapida e silenziosa e vanta inoltre la funzione "full time manual focus" che permette l'immediata correzione della maf anche con AF inserito.
Nella messa a fuoco manuale invece ho non poco da ridire sulla discutibile ghiera risultante a mio avviso veramente piccola e scomoda. Quest'ultima ricalca il look delle ottiche economiche stile 18-55mm ed è veramente poco usabile per chi a mani mediamente grandi.
La distanza di messa a fuoco molto ridotta (solo 35mm) risulta veramente buona se paragonata a quella di zoom di fascia professionale tipo il 24-70L e il 24-105L che vantano una maf minima rispettivamente di 38 e 42mm.

NITIDEZZA E BOKEH
Sono i campi dove quest'ottica eccelle senza ombra di dubbio. La nitidezza è ottimale al centro per tutta la lunghezza focale già a F2.8 mentre per raggiungere l'eccellenza anche ai bordi si deve chiudere a F5.6 dove l'ottica raggiunge picchi di assoluta eccellenza per tutta l'escursione focale disponibile.
Grazie al diaframma a 7 lamelle il 17-55Is ci restituisce sfocati nitidi e gradevoli già alla massima apertura, raggiungento comunque l'ottimale a F4 dove il fuori
fuoco e assolutamente omogeneo e a parità di diaframmi spesso superiore alle ottiche fisse in mio possesso (50mm F1.8 canon, 85mm F1.8 canon).


ABERRAZIONI CROMATICHE, DISTORSIONE E VIGNETTATURA

Le aberrazioni cromatiche sono minime o assenti per quasi tutto il range focale. Si nota ad essere pignoli una leggera dominante azzurrina a focali intermendie, controccorrente con gli zoom canon che ho avuto modo di provare che generalmente, se presenti, restituiscono dominanti calde.
Le distorsioni a barilotto sono ben visibili alla focale minima ma comunque inferiori alla mia ottica zoom standard ( 24-105L),
il 24-105 montato su aps-c alla minima focale di 24mm (corrispondente a 38mm in digitale) distorge decisamente di più del 17-55mm che impostato sugli stessi si ritrova già privo di distorsioni percettibili. Stessa cosa si puo' dire pure se paragonato al 17-40L (altra ottica zoom in mio possesso) che, sempre settando parametri equivalenti si ritrova a distorgere molto di più del 17-55mm .
La vignettatura a TA e molto moderata dai 17mm ai 20mm ed assente dai 25mm in su. Da F4 in su invece risulta inesistente o poco percettibile anche alle focale minime.
Per quanto riguarda Il flare il 17-55IS ne è quasi immune presentandone solo in rari ed estremi casi, dove comunque non risulta mai eccessivo.

CONCLUSIONI
Il Canon 17-55mm F/2.8 USM IS è con molta probabilità la miglior ottica EF-S mai realizzata. Eccelle praticamente in ogni campo e riesce a giocarsela più che dignitosamente (in alcuni casi superando) con gli zoom di fascia professionale come il 24-105L e il 17-40L
Ho grossi dubbi invece sulla qualità costruttiva di quest'ottica che, almeno all'apparenza, non risulta competitiva con gli zoom sopracitati. La mancanza di una qualsivoglia tropicalizzazione o trattamento costruttivo particolare fa presupporre che non sia consigliabile portarla con noi in siutazioni di forte escursione termica o di condizioni climatiche estreme dove invece non esiterei a portare un serie L.
Il 17-55mm è un obbiettivo in ogni caso consigliabile ai fruitori di corpi macchine APS-C che non intendono rinunciare a qualità professionali scartando le ottiche serie L nelle quali dovrebbero necessariamente rinunciare al grandangolo dato il fattore di crop.



PRO
luminoso
stabilizzato
nitidezza e sfocato al top

CONTRO
qualità costruttiva dubbia
ghiera della maf mal disposta
leggera distorsione e vignettatura alle minime focali

tratto dal mio piccolo blog

http://mondocanon.blogspot.com/


Bella recensione!
Direi che la nota stonata è il prezzo ma è anche vero che, date le sue caratteristiche, si presta ad un sacco di usi... ottimo obiettivo!


#13 Ricoh_123

Ricoh_123

    Newbie

  • Inattivo
  • 16 messaggi
  • Time Online: 4h 2m 20s

Inviato 19 aprile 2012 - 10:00

Ottima recensione! smile.gif Molto utile!

#14 ttoga

ttoga

    Newbie

  • Inattivo
  • 11 messaggi
  • :

Inviato 06 maggio 2012 - 20:58

grazie della recensione...sembrerebbe l'obiettivo da avere assolutamente per sostituire il 18/55 di base


 

Ti va di esprimere la tua opinione su questo argomento?

E' più semplice di quanto credi! Basterà accedere con il tuo attuale account social cliccando qui e in pochi secondi potrai interagire con il nostro forum, pubblicare le tue fotografie, ricevere i commenti dagli utenti e dal nostro staff commentatori, il tutto in un ambiente cordiale e accogliente.

Ma sopratutto qui è tutto gratis, l'accesso è libero e aperto a tutti, qualunque brand tu possegga. Abbiamo 190.000 iscritti che aspettano di vedere le tue bellissime fotografie. Dai!!

 

 

 

Aspetta, non andare via!! Ci sono altri contenuti del forum che potrebbero interessarti, guarda qui sotto:




NON ANDARE VIA... Abbiamo trovato altri Contenuti simili a questo, guarda sotto: Collapse

1 utente(i) stanno leggendo questa discussione

1 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi




Questo messaggio è stato visualizzato da un totale di 167 utente(i)

Mausa, Enzo, Alessandro Del Bottegone, Davide Crudetti, gemini76, MIKI1971, Filippo Arena, Giovanni Intravaia, Chris84, Federico Gianfreda, Paolo Mairone, fotoklick, Daniele Piras, Fabio rn, , claudio dubbiosi, fabioforneris, Slapstick_, cris94, federicotaccia, Alex Akin, pittarello, Animatek906, , Alberto Simoni, Alessandro T., Giorgio Gabriele, cristian martelloni, Il Baso, falco109, the snail, Addotta Domenico, Luigi Cutarella, Cristian Colucci, Giuseppe Di Paolo, Pietro Viglione, StEos, Gheller, Alfio Cavalli, Paolo 53, Il Piccolo Mario, , Leonardo, federico ceppi, Francesco g, Pierantonio80, Lorufa72, luciano arno, Davide Balduzzi, riccardo fabbri, Luigia Dal Puppo, , francisorme, Robyv, canonrik, alberto64, Anais, Carlo De Benedetti, rinti, Marcellokey87, habana1959, Mario Luciano Vilardo, Oberto77, Stefano.top, doppiolaccio, robyone57, davide api, Francesco Franz Vanoni, louis51, , Cuzzilla Antonino, Marco Lisi, Snoopy, Maxxim, polino, mandrakone, Fabio C., forna63, CesareC, icaro821, Guido Pratesi, TTs, sword22@hotmail.it, Cristina Gelli, acqua91, Marco Morandi, Costanzo Gandolfi, Andrea Diori, Davide Gattone, Giuseppe Carbonara, ginob, Enrico Bertin, gabg.pd@gmail.com, Olga, Livio Evelina Filippetti, arancio70, nasty2, Matteo75, Marcello Gagliano, Antonio Rotundo, maxim53, Altalo, Scamorza, Fabiettors1990, Egidio Di Bianca, scweik, neophiter, falcon20, Antonio Campagna, Federico Grandin, Giovanni Mandelli, Antropello, Giampy Stelluti Scala, Simone Pamela Simonetti, dalbianc, Michele Dragonetti, lenseye, , Maurizio Bolzonello, freedive, Nicola Balestreri, Danilo Mattedi, LuckyS, licona, galia78, Encio, lumi66, Erika Quinland, ggiulian, frato, alexbsc, freekess, Giovanni Barone_146346, forken, piso89, Michele Carlesso, enzo25, Rosy Agnoletti, salo, lucailcaste, , Francesco Sorrentini, aramari, lfelisatti, Zenith87, juik, , Alessandra Centanni, Redtag, Roberto Vavassori, maxct, n.petralia, Marcello Ceccherini_170850, Marcello Ceccherini_170850, gise, tanologi, Ugo De Carolis, Nicola Pontisso, carlo62, M80, Rodolfo Rigon, 3diapason, marcob74, enrico marra, Tommys, Enzototino, multidecor

WUAOO.IT

Il Canon Club Italia è parte integrante dell'Associazione Nazionale Domiad Photo Network, Associazione di tipo NO-PROFIT, Cod.Fisc. 97034510780, scarica qui il nostro Statuto (clicca).