Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Close Open
Close Open
Foto
- - - - -

Recensione Canon 6D mark 2

(Approfondisci) Canon Canon 6D mark 2 recensione reflex

37 risposte a questa discussione

#1 Antonio_CSI

Antonio_CSI

    CCI Premium Advanced Member 4

  • Supporter
  • 4917 messaggi
  • Time Online: 263d 1h 45m 20s

Inviato 31 ottobre 2018 - 11:59

canon_6d_mark_ii.jpg
 
PANORAMICA (SITO CANON)
Il tuo ingresso nel mondo della fotografia full frame
La fotocamera EOS 6D Mark II è stata concepita nei minimi dettagli per offrire risultati professionali. Rappresenta una reflex versatile e performante per consentire ai fotografi di esprimersi al meglio.
 
I tuoi prossimi progressi nella fotografia creativa
I fotografi paesaggisti adoreranno le immagini ricche di dettagli e gamma dinamica prodotto dal nuovo sensore full frame da 26.2 megapixel, i fotografi ritrattisti apprezzeranno invece la ridotta profondità di campo e la possibilità di acquisire ogni espressione grazie allo scatto continuo a 6,5 fps.
 
Una messa a fuoco di precisione garantisce la massima nitidezza
La messa a fuoco automatica avanzata utilizza 45 punti a croce per la massima precisione, anche al chiaro di luna. Scatta fotografie con una profondità di campo ridotta e segui i soggetti che si muovono nell'inquadratura.
 
La tua finestra sul mondo
L'ampio mirino a pentaprisma della fotocamera EOS 6D Mark II offre una chiara visione del mondo e permette di instaurare relazioni naturali con i soggetti e di fotografare in modo più istintivo.
 
Componi da qualsiasi angolazione
Puoi scattare facilmente da qualsiasi angolazione grazie allo schermo orientabile della fotocamera EOS 6D Mark II, si apre e ruota in ogni direzione.
 
Il GPS integrato monitora ogni tuo movimento
Geolocalizza ogni immagine scattata con la tua posizione corrente, ovunque ti trovi nel mondo. È ideale per ripercorrere i passi che ti hanno portato a scovare un luogo inatteso o per aggiungere didascalie precise che descrivano le tue avventure.
 
Progettata per integrarsi perfettamente con i tuoi dispositivi smart
EOS 6D Mark II utilizza la tecnologia Bluetooth per rimanere sempre connessa con il tuo dispositivo smart. Sfoglia e seleziona le immagini e i video direttamente sullo schermo del tuo dispositivo e condividile con gli amici. Utilizza inoltre la fotocamera a distanza grazie alla funzione scatto remoto in Live View.
 
Filmati cinematografici Full-HD
Gira filmati in straordinaria qualità Full HD con la profondità di campo ridotta caratteristica dei video di livello professionale. La tecnologia Dual Pixel CMOS AF si regola in maniera fluida per mantenere il soggetto sempre nitido e inseguirlo nei suoi spostamenti senza variazioni di messa a fuoco. La stabilizzazione digitale a 5 assi integrato riduce i movimenti involontari della fotocamera.

Puoi creare filmati time-lapse in 4K e catturare il movimento di una scena che cambia lentamente con dettagli incredibili.
 
Maggiori dettagli qui:
https://www.canon.it...os-6d-mark-ii/#

 
 
RECENSIONE
 
A poco più di una settimana dall’acquisto, finalmente ho avuto modo di provare in maniera un po’ più approfondita la Canon 6D mark 2. Sebbene, debba ancora studiarne per bene il manuale (circa 600 pagine, più altre 200 solo per il Wi-fi…), ho cercato di testare gli aspetti tecnici più importanti, i cui risultati ora condividerò con voi, supportandoli anche da foto, perché come spesso si dice, un’ immagine vale più di cento parole.
A tal proposito voglio ben specificare che le foto riportate come esempio, non costituiscono alcun “test scientifico” (conoscendo bene il significato di prova scientifica…), ma sono solo prove fatte in casa, che sebbene in condizioni estreme, si possono tranquillamente presentare nella “vita reale”. Tutte le foto sono state fatte a mano libera, usando, come obiettivi il Canon 70-200 f/4 IS L e il Canon 50 f/1.8 II, cambiando condizioni operative e soggetti, anche per cercare di non annoiare il lettore, presentando sempre la medesima immagine.
 
Partiamo dell’ergonomia. Nonostante il sensore più grande, la 6D mk 2 ha dimensioni e peso molto simili alla 60D a cui sono abituato. Per quanto mi riguarda, calza a pennello nelle mie mani e la posizione dei pulsanti, seppur leggermente diversa dalla reflex precedente, seguono sicuramente una “logica” di praticità a cui subito ci si abitua.
Visto che sono abituato ad usare il battery grip, ne acquisterò senz’altro uno anche per la 6D mk2, non perchè questo sia strettamente necessario, ma perché trovo che nell’uso combinato con il bianchino (peraltro anch’esso sufficientemente leggero) il sistema risulti meglio bilanciato.
 
Sensore
Il sensore è un CMOS Full-frame (24x36 mm) DUAL PIXEL da 26.2 Megapixel.
 
La tecnologia Dual Pixel CMOS AF:
 è una tecnologia di messa a fuoco automatica (AF) a rilevamento di fase basata sul sensore, progettata per assicurare un rilevamento della messa a fuoco preciso e di alte prestazioni nei filmati e l'acquisizione rapida della messa a fuoco automatica per gli scatti in modalità Live View.
Si tratta di una tecnologia esclusiva sviluppata da Canon, ideale per la creazione di effetti di messa a fuoco creativi e dall'aspetto professionale e per mantenere sempre a fuoco il soggetto anche quando modifica la sua distanza rispetto al fotografo, avvicinandosi o allontanandosi.

 
(fonte Canon) maggiori dettagli qui: https://www.canon.it..._pixel_cmos_af/
 
Questa tecnologia risulta davvero molto utile nel caso dei video e quando si usa il Live View.
Per quanto riguarda i video, anche se non mi piace farli e normalmente ne faccio davvero pochi, avendo un bambino piccolo capita sempre l’occasione di farne qualcuno (la recita a scuola, il brevetto in piscina, ecc.): in questi casi avere una messa a fuoco continua , in grado di seguire il soggetto, può davvero fare la differenza: finora, infatti, mi affidavo alla messa a fuoco manuale, non sempre con buoni risultati.
 
Ho provato a fare dei brevi video con il Canon 70-200 f/4 IS L e devo dire che, effettivamente, la messa a fuoco è rapida, l’inseguimento del soggetto buono, specialmente in condizioni di luce normali; in condizioni di luce critiche, come è normale che sia, mi è sembrato leggermente meno reattivo…ma su questo aspetto mi riservo di fare prove più approfondite.
 
Per quanto riguarda il live-view, anche se questo è un modo di fotografare che non prediligo, tuttavia, risulta essere indispensabile in determinate circostanze. Ebbene, sarà perché provengo da una 60D, ma la MAF con il LV con questa macchina mi è sembrata davvero veloce e precisa. Certo, per quanto riguarda la velocità, non siamo ai livelli del modulo AF, ma ci stiamo avvicinando parecchio. In merito alla messa a fuoco in LV, ho fatto una prova in modalità Al Servo inseguendo un’auto (vedi esempio 6), che mi ha lasciato piacevolmente sorpreso.
 
Sensibilità ISO
Il range nativo è 100-40000 ISO, espandibile fino a 102400 e con la possibilità di impostare anche 50 ISO.
Io ho fatto una serie di prove ad alti ed altissimi ISO che vado a postare. A parte l’esempio 1), tutte le foto sono state elaborate con Lightroom 5, per ridurre il rumore di luminanza e (dove necessario) quello di crominanza.
Negli esempi 2) e 3), le foto sono state scattate in una stanza praticamente buia, visto che l’unica fonte luminosa era una lucina da notte a led da 1-2 watt.
 
Esempio 1) ISO 6400 (f/2.2 ; 1/125 s ); Canon 50 f/1.8 II; senza nessun intervento di riduzione rumore con software, Crop 1:2
 
6400 ISO CROP 1_2 - TQ.jpg
 
Esempio 2) ISO 10000 (f/2.8 ; 1/80 s ) Canon 50 f/1.8 II; con sottoesposizione: ho volutamente sottoesposto il soggetto, per provare, oltre a ridurre il rumore, contemporaneamente anche un recupero delle ombre.

Senza intervento in pp:
 
10.000 ISO Sottoesp. - TQ.jpg
 
Con riduzione di rumore luminanza a + 70 e di crominanza a + 65 (con base di partenza + 25):
 
10.000 ISO Sottoesp. - RR.jpg
 
Crop 1:2, prima e dopo l'intervento di riduzione rumore con software:
 
10.000 ISO Sottoesp. CROP 1_2 - TQ.jpg
 
10.000 ISO Sottoesp. CROP 1_2 - RR.jpg
 
 
Esempio 3) ISO 12800 (f/1.8 ; 1/60 s ); Canon 50 f/1.8 II
 
 
Senza intervento in pp:
 
 
12.800 ISO - TQ.jpg

 
Con riduzione rumore di luminanza a + 60 e di crominanza a + 50 (con base di partenza + 25):
 
12.800 ISO - RR.jpg
 
 
Per inciso si può notare come nelle zone non raggiunte dalla luce e quindi, praticamente, buie il rumore sia davvero notevole, ma questo, se da un lato può sembrare ovvio, dall’altro ci deve sempre far ricordare che usando alti ISO è sempre necessario esporre correttamente per cercare di recuperare in post la maggior parte possibile dell’informazione.
 
Crop 1:1, prima e dopo l'intervento di riduzione rumore con software:
 
12.800 ISO CROP 1_1 - TQ.jpg
 
 
12.800 ISO CROP 1_1 - RR.jpg
 
 
Esempio 4) ISO 25600 (f/4 ; 1/50 s ); Canon 70-200 f/4 IS L:
 
 
25600 ISO TQ.jpg

 
Con riduzione rumore di luminanza a + 50 e di crominanza a + 30 (con base di partenza + 25):

 
25600 ISO RR.JPG

 

Crop 1:2, prima e dopo l'intervento di riduzione rumore con software:
 

25600 ISO TQ crop 1_2.jpg
 
 
25600 ISO RR crop 1_2.jpg
 
 
Che dire? Non so i vostri giudizi in merito, ma per quanto mi riguarda, la capacità di questa macchina a tenere gli alti ISO è semplicemente eccezionale!
Non solo con semplici e rapidi interventi in pp il rumore diventa accettabile (sicuramente la post è perfettibile, ma non voluto perdere tempo più di tanto) tra l’altro anche usando un software “vecchiotto” e non specifico di riduzione del rumore, ma vengono anche preservate, per quanto possibile, anche la nitidezza e la profondità colore. Sebbene non credo che mi troverò mai a scattare a 25600 ISO, sapere di poterlo fare, è sicuramente una bella soddisfazione: per me l’esame è passato a pieni voti!
 
Modulo AF
Il modulo AF è costituito da 45 Punti AF, TUTTI a croce, mentre il centrale con obiettivi luminosi (denominati “gruppo A”, in cui rientra anche il cinquantino) è a doppia croce.
Anche se abbastanza raggruppati al centro, i punti riescono a coprire un’ampia porzione di inquadratura. Certamente una modesta zona ai bordi non viene coperta e questo appare ancora più evidente per chi proviene da una APS-C, in cui anche se con meno punti (la 60D ne ha 9…), l’area coperta è proporzionalmente maggiore. Questo però è un limite fisico, dovuto al fatto che per contenere l’ingombro del corpo, non si può realizzare uno specchio per il sistema AF, sufficientemente grande da coprire il sensore maggiore.
Ad ogni modo, in questi pochi giorni di prove, non ho percepito come irrisolvibile questa disposizione e secondo me, difatti non lo è, ma vedremo in seguito, nelle situazioni future e con l’uso continuativo, se potrà essere o meno un fattore limitante. In ogni caso scattando con il LV, l’area di copertura di messa a fuoco aumenta notevolmente.
 
La MAF in modalità One-Shot è veloce e precisa, con entrambi gli obiettivi provati (certo che il bianchino è proprio un fulmine!), riuscendo ad agganciare il soggetto, sia con il centrale che con i laterali estremi, anche in situazione di scarsa luce, come negli esempi 2) e 3) sopra riportati.
Da segnalare anche la modalità “Singolo punto Spot”, in cui l’area in cui viene eseguita la MAF è ancora più ristretta rispetto a quella normale di un singolo punto: questo può essere utile nei casi in cui la MAF deve essere precisissima (ritratti con ampie aperture, soggetti sovrapposti, ecc.).
 
Ho provato anche la modalità Al Servo, sia su singolo punto che usando la modalità “Zona”: ogni zona è costituita da 9 punti MAF, disposti in maniera tale da formare un quadrato ed è possibile impostare un totale di 9 zone diverse su tutto il fotogramma.
In questa modalità, quando si insegue il soggetto (con il pulsante di scatto a metà corsa) si vede l’attivazione del singolo MAF all’interno della zona (si ingrandisce) che in quel momento punta il soggetto.
Questo è una foto fatta con questa modalità:
 
Esempio 5) AF Al Servo, modalità zona (laterale sinistra-superiore) (f/5 ; 1/640 s ISO 400); Canon 70-200 f/4 IS L:
 
Al Servo.jpg

 
Crop 1:1
 
Al Servo crop 1_1.jpg
 
 
Da notare che c’è la possibilità anche di selezionare zone più ampie di messa a fuoco (in totale 3 per tutto il fotogramma), ma questa opzione non l’ho utilizzata.
 
A proposito della modalità Al Servo, come accennato prima, ho provato a inseguire un soggetto anche scattando dal monitor in modalità LV. Devo dire che ero un po’ scettico su questa possibilità, ma se questo è il risultato:
 
 
Esempio 6) AF Al Servo in LV (MAF a carico del sensore dual pixel) (f/5 ; 1/640 s ISO 400); Canon 70-200 f/4 IS L:
 
Al Servo LV.jpg

 
Crop 1:1
 
Al Servo LV crop 1_1.jpg
 
 
Direi che posso ritenermi molto soddisfatto!

 
Display touch-screen snodabile
 
In casa Canon la 6D Mark II è la prima e unica reflex FF ad avere il display snodabile. Anche se sicuramente non è un accessorio indispensabile, venendo dalla 60D che ne era provvista, mi sarebbe dispiaciuto perdere questa comodità. In alcuni casi, infatti, si è rilevato estremamente utile. Ad esempio quando si vuole scattare con la reflex raso terra, per trovare pdr alternativi, o al contrario, quando la si vuole posizionare sopra la testa.
Per quanto riguarda il touch screen, invece, pensavo che per me fosse abbastanza inutile, visto che sono abituato a tasti e ghiere, e invece, l’ho trovato molto utile per la scelta rapida del punto di MAF: rapido e preciso non ha sbagliato una volta la selezione del punto desiderato. Questo aspetto risulta ancora più  importante alla luce del fatto che trovo il multi-controller della 6D mkII, davvero molto scomodo, non per il multi-controller in sé (lo usavo anche nella reflex precedente), ma perché risulta troppo “infossato” nella ghiera secondaria e per questo motivo, personalmente, lo trovo un po’ difficoltoso da adoperare: la possibilità di usare il touch screen per la scelta del punto AF, però lo sostituisce degnamente, rendendo la selezione, forse anche più comoda rispetto al joystic delle reflex professionali.
 
Wi-fi e GPS
La reflex è dotata sia di Wi-fi che di GPS, più altre funzioni di connettività che non ho approfondito tra cui il Bluetooth.
Per  il GPS, non credo che l’userò mai… ma c’è ed è comunque una cosa in più.
Il Wi-fi, invece, potrebbe tornare utile, sia per inviare allo smartphone dei JPEG, magari a bassa risoluzione, direttamente  dalla reflex (capita, ad esempio, a qualche festa, che qualcuno mi chieda di condividere le foto…non mi piace farlo, ma per mantenere un minimo di cordialità…), ma anche per usare lo smartphone come telecomando e per gestire la reflex da remoto. Anche qui però devo ancora studiare bene il manuale a parte, dedicato solo al Wi-fi.
 
Per quanto riguarda la Velocità scatto continuo, questa è pari a 6,5 fps (scatti al secondo), con possibilità di ridurla a 3 fps… per le mie esigenze è più che sufficiente.
C’è anche il filtro anti-flicker (attivabile da menu) che trovo una funzione molto utile per riprese in interni.
 
Una nota importante per chi usa Lightroom o Photoshop: chi non ha l’abbonamento, ma possiede una versione “desktop”, ovvero con licenza perpetua, di questi SW, è bene che sappia che le vecchie versioni NON leggono i file RAW della 6D Mark II. Se si vuole continuare a usare LR o PS, senza cambiare software di PP, le soluzioni (almeno quelle che ho trovato io) sono:

  • Fare l’abbonamento mensile alla suite Adobe;
  • Acquistare l’ultima versione disponibile di questi software (nel caso di LR è la 6.14), ma con la consapevolezza di non poter più disporre di aggiornamenti; inoltre è da tener presente che la versione CC di Lightroom 6, gira solo sotto Windows 10;
  • Convertire i file RAW in file DNG (Digital Negative) attraverso il software Adobe DNG Converter, scaricabile gratuitamente sul sito Adobe.

Personalmente, almeno per il momento, io ho optato per la terza ipotesi. È bene sapere che un file DNG è un formato universale di Adobe, che contiene esattamente tutte le informazioni del RAW di partenza, ma con circa un 15-20% di peso in meno. Certo, la conversione pregressa è comunque un’operazione aggiuntiva nel workflow di sviluppo (anche se in realtà viene fatta normalmente in automatico da LR e PS, al momento dell’importazione dei RAW), ma si ha il vantaggio di gestire file più leggeri: la riduzione di peso, moltiplicata per la quantità di foto, porta ad un bel risparmio di Giga sulla memoria dell’ hard disk.
 
Per quanto riguarda i difetti di questa macchina, bisogna ben distinguere se chi la usa è un professionista o un amatore.
Nel primo caso, ovvero per un professionista, si potranno trovare queste mancanze che, a secondo dei casi, saranno più o meno gravi: 1) mancanza del doppio slot per alloggiare una seconda scheda di memoria CF; 2) velocità minima dell’otturatore, che si ferma a 1/4000 s, ovvero perde uno stop rispetto ai corpi professionali FF (1/8000 s); 3) mancanza del 4k nei video; 4) corpo di costruzione “non professionale”. D’altra parte, cosa spesso dimenticata, la serie 6 della Canon non è pensata per i professionisti, per cui sono previste la serie 5 e la serie 1, ma è dedicata agli appassionati di fotografia. Tuttavia, secondo me, anche il professionista può trovare nella 6 D mkII un ottimo secondo corpo da affiancare a quello principale.
Diverso è il caso dell’appassionato: In questo caso, visto che ritengo un surplus gli aspetti sopra citati, onestamente, non vedo grossi difetti, a parte il multi-controller, di cui ho già ho parlato.
 
CONCLUSIONI
A mio giudizio, la Canon 6D mark 2 è un’ottima macchina fotografica che consiglio agli appassionati di fotografia.
La qualità delle foto è notevole, con le cromie tipiche delle reflex Canon e i suoi file sono facilmente lavorabili. La tenuta ad alti ISO è davvero impressionante. Il sistema di autofocus a 45 punti tutti a croce, sebbene un po’ troppo raggruppati, garantisce una notevole reattività e precisione, mentre la tecnologia dual pixel consente una messa a fuoco continua nei video e nel live view rapida e precisa. La maneggevolezza, il peso ridotto e la presenza del display touch screen orientabile, sono caratteristiche aggiuntive molto apprezzate.
Se si considera, infine, il prezzo a cui si è assestata, a circa un anno e mezzo dal lancio (destinato sicuramente a scendere ulteriormente, ma in maniera più lenta), la 6D mark 2 è sicuramente una fotocamera con un rapporto qualità/prezzo tra i migliori sul mercato.
Se il mercato delle reflex non verrà “cannibalizzato” dalle ML (cosa che non ritengo si verificherà in un futuro prossimo) è, a mio personalissimo giudizio, destinata a seguire la sorella maggiore nel ruolo di best seller nella classifica di vendite.
 
Spero che quanto scritto sia stato utile. Se nei prossimi mesi riuscirò a fare qualche altra prova interessante, integrerò senz’altro questa recensione con ulteriori esempi.
 

Piccolo AGGIORNAMENTO

 

Ho provato la reflex con il flash sulla slitta. In particolare ho provato due Yongnuo: YN-565 EX II e YN-568 EX II. Entrambi funzionano alla perfezione, comunicano senza problemi con la macchina, funziona l'e-TTL ed è attiva anche l'eventuale sovra-sotto esposizione flash. Siccome entrambi i modelli (in particolare il 565) sono abbastanza vecchiotti, mi aspetto che anche con i flash Yongnuo più moderni non si presentino problemi, visto che i produttori terzi tendono ad aggiornare i protocolli di comunicazione, integrando (eventualmente) con i nuovi, senza però eliminare i precedenti.

Sempre in merito all'uso con il flash, ho scoperto con un certo disappunto (visto che mi era sfuggito in fase di studio delle caratteristiche tecniche) che il tempo di sincronizzazione è pari a 1/180s, ovvero mezzo stop in meno rispetto alla mia vecchia 60D (che aveva un tempo sincro di 1/250s e anche un tempo minimo di 1/8000s). Devo dire che, specialmente alle feste di bambini all'interno, dati i tempi rapidi con cui si muovono, mi trovavo spesso a scattare a 1/250s con il flash... penso che a 1/180s non avrò problemi comunque, ma verificherò...

 

Infine ho provato il nuovo bilanciamento del bianco automatico proposto da Canon: l' AWB-w, ovvero il bilanciamento del bianco a PRIORITA' di BIANCO. A contrario dell'AWB tradizionale, che privilegia la temperatura di bianco dell'ambiente, ovvero tende a conservare (in parte) la luce ambientale presente sulla scena, questa modalità riproduce il bianco "puro", con qualsiasi sorgente luminosa. Parliamoci chiaro, per chi scatta in RAW, non è che il BB sia un grosso problema, basta una semplice regolazione in fase di sviluppo e si ottiene il bilanciamento desiderato, però devo dire che vedere già in camera una foto correttamente bilanciata, è molto più soddisfacente che vederne una con dominanti (a proposito, anche l'istogramma dei colori cambia sensibilmente...). Per chi invece scatta in JPEG, beh, credo che sia una funzione fondamentale.

Eccone un esempio, fatto in cucina, con una bella luce calda, ma dal punto di vista fotografico, davvero pessima:

 

AWB a priorità ambiente (classico):

 

AWB.jpg

 

 

AWB a priorità bianco:

 

AWB_W.jpg

 

Giudicate voi. Tra le due foto ci sono esattamente 500°K di differenza (rispettivamente 3300 e 2800°K).

 

:saluti:

 

 
 
 
 



mc digital

#2 riccio77

riccio77

    CCI Premium Advanced Member 2

  • Liguria
  • 1249 messaggi
  • Time Online: 117d 23h 28m 1s

Inviato 31 ottobre 2018 - 12:20

Grazie Antonio per la esauriente spiegazione... per me molto utile...

...e' solo lo scambio di idee che rende l'uomo ricco...

#3 Jury

Jury

    CCI Premium Member

  • CCI PREMIUM MEMBER
  • 654 messaggi
  • Time Online: 7d 23h 6m 33s

Inviato 31 ottobre 2018 - 12:39

Ottima recensione.


Messaggio inviato dal mio iPhone utilizzando Canon Club Italia mobile app (Scaricala e installala gratis sul tuo dispositivo mobile)

#4 Maxxim

Maxxim

    CCI Premium Advanced Member 7

  • Admin Staff
  • 34197 messaggi
  • Time Online: 716d 4h 53m 7s

Inviato 31 ottobre 2018 - 12:45

:ok:



#5 alterego

alterego

    CCI Premium Advanced Member 5

  • Supporter
  • 10777 messaggi
  • Time Online: 94d 4h 45m 36s

Inviato 31 ottobre 2018 - 13:58

ottimo lavoro   :cheers2:



#6 Antonio_CSI

Antonio_CSI

    CCI Premium Advanced Member 4

  • Supporter
  • 4917 messaggi
  • Time Online: 263d 1h 45m 20s

Inviato 31 ottobre 2018 - 14:16

Grazie a tutti!
Spero possa essere utile


#7 Jury

Jury

    CCI Premium Member

  • CCI PREMIUM MEMBER
  • 654 messaggi
  • Time Online: 7d 23h 6m 33s

Inviato 31 ottobre 2018 - 14:24

A me utilissima...


Messaggio inviato dal mio iPhone utilizzando Canon Club Italia mobile app (Scaricala e installala gratis sul tuo dispositivo mobile)

#8 click

click

    CCI Premium Member

  • Calabria
  • 690 messaggi
  • Time Online: 19d 3h 4m 49s

Inviato 31 ottobre 2018 - 15:46

Gran bel lavoro. Grazie anche da parte mia.



#9 Nikirosso

Nikirosso

    Member Plus

  • Sicilia
  • 124 messaggi
  • Time Online: 9d 3h 39m 11s

Inviato 31 ottobre 2018 - 20:17

Grazie Antonio, veramente utile la tua recensione!


Messaggio inviato dal mio iPhone utilizzando Canon Club Italia mobile app (Scaricala e installala gratis sul tuo dispositivo mobile)

#10 Antonio_CSI

Antonio_CSI

    CCI Premium Advanced Member 4

  • Supporter
  • 4917 messaggi
  • Time Online: 263d 1h 45m 20s

Inviato 31 ottobre 2018 - 22:31

Gran bel lavoro. Grazie anche da parte mia.

A me utilissima...


Messaggio inviato dal mio iPhone utilizzando Canon Club Italia mobile app (Scaricala e installala gratis sul tuo dispositivo mobile)

Grazie Antonio, veramente utile la tua recensione!


Messaggio inviato dal mio iPhone utilizzando Canon Club Italia mobile app (Scaricala e installala gratis sul tuo dispositivo mobile)

Grazie ragazzi!


#11 imp

imp

    CCI Premium Advanced Member 5

  • Supporter
  • 9102 messaggi
  • Time Online: 62d 21h 9m 11s

Inviato 01 novembre 2018 - 00:12

Ottima recensione Antonio...

 

:ok:  :ok:  :ok:  :ok:



#12 Antonio_CSI

Antonio_CSI

    CCI Premium Advanced Member 4

  • Supporter
  • 4917 messaggi
  • Time Online: 263d 1h 45m 20s

Inviato 01 novembre 2018 - 08:34

Ottima recensione Antonio...
 
:ok:  :ok:  :ok:  :ok:

Grazie Arnaldo!


#13 Mauro Gelada

Mauro Gelada

    Member Plus

  • Veneto
  • 141 messaggi
  • Time Online: 13d 12h 15m 17s

Inviato 01 novembre 2018 - 23:19

Molto interessante e molto ben fatta. Complimenti

Messaggio inviato dal mio SM-N9005 utilizzando Canon Club Italia mobile app (Scaricala e installala gratis sul tuo dispositivo mobile)

#14 Mus3to

Mus3to

    Gold Member

  • Gold Member
  • 399 messaggi

Inviato 02 novembre 2018 - 08:00

Grazie


Messaggio inviato dal mio iPhone utilizzando Canon Club Italia mobile app (Scaricala e installala gratis sul tuo dispositivo mobile)


 

Ti va di esprimere la tua opinione su questo argomento?

E' più semplice di quanto credi! Basterà accedere con il tuo attuale account social cliccando qui e in pochi secondi potrai interagire con il nostro forum, pubblicare le tue fotografie, ricevere i commenti dagli utenti e dal nostro staff commentatori, il tutto in un ambiente cordiale e accogliente.

Ma sopratutto qui è tutto gratis, l'accesso è libero e aperto a tutti, qualunque brand tu possegga. Abbiamo 190.000 iscritti che aspettano di vedere le tue bellissime fotografie. Dai!!

 

 

 

Aspetta, non andare via!! Ci sono altri contenuti del forum che potrebbero interessarti, guarda qui sotto:




NON ANDARE VIA... Abbiamo trovato altri Contenuti simili a questo, guarda sotto: Collapse


0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 visitatori, 0 utenti anonimi



Questo messaggio č stato visualizzato da un totale di 328 utente(i)

coolmind, click, Alessandro Sperati, ilario castura, Gambaluk, matly, Andrea Falxo, KJ-, iteso, alamein, Gmb1, jalesi27, Windof, AnkaranoHC, flugplatz, IlCatta, Marialuisa Ricchetti, cerri19830, Enzo Camardella, Stefano3438, delioniccolai, cosgan57, beccher, ivanArt, Fulvio, Luciano Bo, ferrarif1, scweik, angelo64, logu49, Filippo Reato, Paolo Mazzalupi_171572, FANTRIG, CARLBEPPE69, GattoQ, neofita, atomic, Roberto Smaniotto, masalex, Andrea Maspero, babulalao, inglese_giuseppe, Martabonaldipaco, spaser, ridolfini, Giorgio Rampone, Franco Franciosi, Gigi Ferri, Kis, TRETIGRI, , photomanager, ProMau, seal, fisio, darioi3liw, zanini.m, nuvole59, maxtor72, marco1976, eli58, Leonardo Gratteri, Georg64, Franco Milano, imp, sergioc, arcus, Paolo.m49, Angor, Fabio Bosco, pac67, blues52, mirco rossi, Pietro Nicastro_175023, Carlo Coco, Matteo Frizzoni, Pbora, Paolo A., brambi59, lellomascetti, ivanArt, , Herbert West, RoMer Service, Stefano Mistretta, brubeck, Mapix, divegigifly, vinn79, Riccardo Duò, misir61, Patty2407, ingsamu, Angels, Claudio Junior Bielli, sec, Connery1949, huijalu, Eugene “newseagull” Gameux, pablojaz, Socio, giovanniqgl, , Fulviofusani, first44, Annoduemila, Nikirosso, Jasone, Mike1, Alfonso Benetti, Formha, Dodde66, Giuseppe Gargantini, Freccia Rossa, Leo Ziglioli, Mario52, roberto59, Walter65, rigong, Bobix, RitrovarsiBuiScatto, marcello.61, tiziano(RA), elios, Da_Ma, eagledriver, Iginio Saeli, lelecantoni, CECE65, albcav, Paolo Baglioni, Marco Vassura, Michele Labianca, Francesco Congedo, cesarone2009, Antonio Sole, cri.st, De Vitale Luca, Primo Finocchi, , Pietro Bicchieri, Giuliano D, Francesca Calvi_186611, Arnoldt3, dino pe, ReEradius, Piero Marzani Fotografo, Andrea Cavaletti, Batan50, Giampaolo Palummieri, Fabio Agozzino, Dino7, Valerio Morittu, Vito Ricci, Emilio Bertocchi, , Pietro Mastronardi, Altalo, Andrea B_177697, Demetrio Nucara, vsphoto, Alessandro Mazziero, Bexa, Maurizio Retani, Saraclar, Rossano Barani, Antonio Puscio, Cix81, ancona, Davide Aresti, TONINOVIP, Francesco Nuccetelli_188178, KRIVEO, alsaziano alsaziano, effettojoule, mrcapello, Bimbo69, bluewin, , Fabry80, stefax67, peppe55, paull59, alfredo4030, peppe1957, acrobatico12, ProgSaB, ROBERTO ROZZI, capitandax, Marcello Ciervo, Adriano2264, lorena zava, Fabio Sercia_150801, tiver, Marco Mugnari, Marco pa, Alex ZAnon, elfoleo, Zambon Antonio, Elena Di Iorio, Simona Salvato, Bacia70, Stefano Fiori, ERMAN, gianpieb, Fabio.S, Aureliano, gandy, Matteo Tamini, Bonnyslow, Antonietta De Biase, hbd, Sinopius, photo_rep, Dra, dracula, maxchurch, alterego, Luigi Moscone, Fr@ncesc, Airkao, bartolick, morpheus050693, jimiever, SocioSte, macromarco, PhEyes, Eosmatic, mauryc68, clocca, Roberto Marra_151984, guarny, Marco Colombo_148817, Mario Ballarin, Francesco di Venosa, Pasquale52, Alfonso Benetti_169954, Vincenzo Messina_176789, Osvi, felice stefani, Narvik, pole75, ric3, bibbi, Antonio_182811, Alberto Marcellino, Fabio Sassi, lcarmelo, Maxxim, Cri120015841690, franz61, alexcorse, Massimo Arrais, gabribagli, Giuliano Donin, oberonne, gise, mxbellol, Giorgio Zerbini, pino miola, almailva, romolo pelliccia, Apsc.Fer, germanova, Ermenegildo Fabbio, Alessio Gregori, ggiando, antoni63, Trabucco, Francesco Franz Vanoni, Rosy Beretta, FCGEF1, Lesh, bat, BLUBOY78, bluesky, Simone72, gigifire, Angelo Toresani_145754, miventu, click52, immaginEmozioni, silvano46, Fiore Pomponio, Domenico Iula, Kantorek, Corrado Formenti, mimmo056, ©Gibroks, Maurizio Bertassello, lucailcaste, paco13, frenzill, Daniela Mencobello, lumi66, mauro nepa, dariosartor, pascolo, Saverio Gazzilli, ROBIN, Padre Maronno (Ciuliene), fotomaniafanella, AndrewJoint, brunazzo, Santecolella, Neo, Gian Carlo Parroni_188106, freedive, Lorenzo Pessani, Stefano22, longhenz, Gopie, maurizio56, Steva, M@rco, Steve67, 900Km, rx360, Marco Lucca, Bellatrix, Costantino Nanino_161933, robykenoby, PACO65, barcl, tramonto54, Poiana, maxim53, Antonio_CSI

WUAOO.IT

Il Canon Club Italia è parte integrante dell'Associazione Nazionale Domiad Photo Network, Associazione di tipo NO-PROFIT, Cod.Fisc. 97034510780, scarica qui il nostro Statuto (clicca).