Vai al contenuto

  • Connettiti con Facebook Log In with Google      Connettiti   
  • Registrati

Close Open
Close Open

theiden

Registrazione 02 gen 2014
Offline Ultima Attività ott 09 2017 22:59
-----

Discussioni che ho iniziato

Viaggio a Bruxelles, quali obiettivi scegliere?

10 marzo 2015 - 14:04

A breve andrò per una settimana a Bruxelles e sono un po' indeciso su quali ottiche portarmi dietro. Posso portarmi solo 2 obiettivi tra quelli che ho che sono: smayang 8mm 3.5, sigma 10-20mm 4-5.6, canon 50mm 1.4, canon 18-135mm 4-5.6 IS (non stm).
vorrei portare uno a basse focali e uno ad alte. per stare sicuri con il range farei 10-20 + 18-135 ma le foto particolari che escono dall'8mm e la migliore qualità e luminosità del 50mm mi fanno avere un sacco di dubbi....

Problema HDR Pro immagini peggiorate usando 32 bit

19 febbraio 2015 - 23:42

Ho visto una guida sul nuovo hrd pro di photoshop CC 2014 che sembra processare i file raw a 32bit in modo da poterli modificare molto bene in camera raw. Nelle versioni precedenti di PS questa applicazione non mi piaceva per niente e usavo photomatix ma usare per tutto PS non mi diaspiacerebbe... Il problema è che non mi funziona...
mi spiego: apro PS, HDR PRO, scelgo i file raw, metto 32bit e faccio "completa regolazioni in Adobe Camera Raw" e qui il disastro: la foto cambia totalmente diventa estremamente contrastata ed è quasi peggio da recuperare che sullo scatto a EV 0.
Se faccio la stessa cosa con gli stessi file processati in jpeg funziona tutto abbastanza bene però le regolazioni sul jpeg non sono il massimo...
credo che il problema sia di qualche impostazione nel passaggio da 32bit a bit inferiori (infarri i jpeg sono a 16 o dirol.gif ma non so veramente dove mettere le mani... Qualche consiglio?
Grazie, Theiden.

Lumen, Lux e Numero Guida - conversione flash / sorgente continua

16 gennaio 2015 - 00:39

Al momento dell'acquisto di una nuova fonte luminosa o nel caso di usare tipi diversi di illuminazione insieme può capitare che si debba paragonare la potenza luminosa di sorgenti flash e continue. I flash si classificano attraverso il Numero Guida, mentre le normali lampade attraverso i lumen; la conversione tra queste due scale non è banale, specialmente per il fatto che misurano cose diverse: NG dà un'indicazione empirica per una corretta esposizione, mentre Lm misura il flusso luminoso. Per poter correlare queste grandezze si deve prima di tutto chiarire alcuni concetti.
I flash generano una luce che possiamo immaginare istantanea (scordiamoci per un attimo la velocità di sincro) e per questo il tempo di scatto non compare nel NG. Nelle sorgenti continue invece il tempo è determinante perchè allungando l'esposizione la luce acquisita aumenta, per questo nella conversione si deve fissare un tempo che trasformerà la sorgente continua in istantanea scalandone la potenza luminosa.
La conversione tra le due misure impone il passaggio dai lux, altra misura dell'intensità luminosa. Anche questo caso la conversione non è indolore infatti mentre i lumen misurano il flusso luminoso, quindi una quantità di fotoni, il lux misura una densità: quanti fotoni passano attraverso una certa superficie. Per questo a parità di lampada (stessi Lm) se si illumina una superficie di 1 o 2 metri quadri si ha una diversa quantità di Lux. L'unico caso in cui 1Lm=1Lux è per il passaggio di una superficie di 1 metro quadrato infatti:
CODICE
Lm = Lux * A

con A la superficie in metri quadrati. Un'ulteriore inghippo sta nel fatto che le nostre sorgenti non danno fasci paralleli e quindi allontanandole dalla superficie l'area aumenta variando i Lux.
Fatte le premesse ecco tutte le formule di conversione:
CODICE
Lm = Lux * A

CODICE
Lux = 2,5 * 2^EV

CODICE
EV = log2(D^2/T)

CODICE
NG = D * d

con EV valore di esposizione, T tempo di scatto, d distanza soggetto, D diaframma.
Supponendo che il nostro soggetto alla distanza d sia illuminato correttamente per un area di 1 metro quadro, unendo il tutto, si ha:
CODICE
Lm=2,5*NG^2/(d^2*T)

Questo vale per ISO 100 altrimenti basta modificare la formula dell' EV così:
CODICE
EV = log2(100*D^2/(ISO*T))

Facciamo infine un esempio:
So che per un certo lavoro sarebbe adeguato un flash NG 16 e devo prendere una lampada adeguata. Per il mio soggetto immagino di scattare a 1/60, ISO 100 e che si troverà a circa 5 metri di distanza. Ho trovato una lampada da 2400Lm può bastare?
fatte tutte le premesse si ha che: 2400Lm = 2400Lux = 9,907EV = f/4 = NG 20
quindi questa lampada è adeguata e anzi è più luminosa. In questo modo ci viene imposto un diaframma, ma giocando con i tempi si può modificare anche il diaframma.

Concludo qui questa sorta di guida, mi sono ritrovato a dover fare questi conti e ho pensato che riunire le formule necessarie potessero tornare utili in futuro anche a qualcunaltro.

Gli strumenti di Post Produzione in generale

05 gennaio 2015 - 00:02

Salve a tutti, guardando video di PP su youtube ho notato che veramente un sacco di persone hanno i seguenti plugin: Imagenomic, Nik Software, Redfield e Topaz Lab.
Adesso io, a parte un inizale entusiasmo per fractalius della redfield, uso solamente camera raw e i filtri base di PS (e con base intendo curve, sfocatura, accentua passaggio e poco altro) e mi chiedevo se effettivamente questi plugin che vedo così spesso usati installati in altri PS siano così utili. Per curiosità ho provato (quindi è probabile che li abbia settati male):
Color Efex Pro della Nik Software e non mi sembra niente di più che i filtri di Instagram...
Mi ha invece felicemente sorpreso Portraiture della Imagenomic.
Vorrei provare ora il DeNoiser di Topaz Lab... per avere un confronto con quello di Camera Raw

Inoltre di altri programmi uso solo Photomatix per qualche rara HDR (anche se vorrei provare anche SNS).

Detto questo vorrei chiedervi voi quali plugin/programmi usate oltre a PS e credete che questi siano così fondamentali o utili?

A Presto, Theiden laugh.gif

Norme fiscali, tributi, privacy e liberatorie.

31 dicembre 2014 - 14:42

Ok ok è un argomento spinoso, sinceramente mi piacerebbe scattare e basta però dovendomi interfacciare con il mondo reale mi piacerebbe chiedere qualche chiarimento.
Premetto che non faccio il fotografo professionista (anche perchè altrimenti mi sarei informato da un commercialista) ma solo qualche "lavoretto" quindi non ho un reddito fisso e certo non ci potrei campare. Diciamo che mi vengono richiesti circa 8-10 servizi all'anno (ripensando a quello che mi è stato chiesto negli ultimi mesi). Quindi neanche mi avvicino ai fantomatici 5000€ base della legislativa per l'inps (al massimo prendo 80€ per un servizio).

Fatta questa premessa c'è qualche santo che mi può spiegare come comportarmi per avere la coscienza apposto? ho letto di "prestazioni occasionali" e "ritenute d'acconto" ma non capisco molto... Ho sentito un amico ragioniere e lui mi ha detto che per il carico di "lavoro" che ho me ne posso fregare dei contributi però non mi sembra molto giusto nei confronti di chi invece paga...

Vorrei sapere sia in caso di privati (tipo book) che per aziende (mi è capitato di essere chiamato a fare foto in un negozio di abbigliamento).

Infine vorrei una conferma per quanto riguarda le liberatorie: io attualmente, non sempre ma spesso, faccio firmare un foglio in cui il soggetto dichiara il consenso sia alla ripresa che alla pubblicazione, nome, cognome, firma e via. Va bene o devo scrivere/fare qualcosa di un po' burocraticamente incasinato?

Grazie mille per le risposte.

PS
ho notato leggendo per vari forum (anche se poi non ho trovato le risposte che cercavo) che la gente si infiamma parlando di queste cose, vi prego di essere clementi, se ho sbagliato in passato cercherò di non farlo in futuro laugh.gif

WUAOO.IT

Il Canon Club Italia è parte integrante dell'Associazione Nazionale Domiad Photo Network, Associazione di tipo NO-PROFIT, Cod.Fisc. 97034510780, scarica qui il nostro Statuto (clicca).